Covid in Veneto, 1.241 nuovi casi e 24 morti nelle ultime 24 ore

Covid in Veneto, 1.241 nuovi casi e 24 morti nelle ultime 24 ore
Corriere della Sera INTERNO

I positivi totali sono 392.294.

Sono alcuni dei dati del bollettino Covid-19 del Veneto resi noti in conferenza stampa dal presidente della Regione, Luca Zaia

In Veneto sono 1.241 i nuovi casi di coronavirus su 44.878 tamponi, con tasso al 2,76%.

I ricoverati sono 2.268, -30: 1.947 in area non critica (-28) e 321 in terapia intensiva (-2).

I decessi sono cresciuti di 24 unità per un totale di 10.861 dall’inizio della pandemia. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Lo riferisce il Presidente del Veneto Luca Zaia. Infermieri in terapia intensiva (Archivio) Sono 988 i positivi registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, con una incidenza del 2,74%. (Corriere della Sera)

La disponibilità di vaccini c’è, e permetterà di proteggere entro aprile tutti gli over 80 e gran parte degli over 75. Con che coscienza – ha concluso Draghi — un giovane salta la lista, sapendo di lasciare esposta una persona vulnerabile o con più di 65 anni?» (Corriere della Sera)

Si può fare nel momento in cui ci sono le condizioni, in questo momento non ci sono» Zaia ha ricordato che in questo momento per il Covid il Veneto ha più di 2.300 persone ricoverate, e oltre 300 di queste in terapia intensiva. (Il Mattino di Padova)

Zaia: «Se ci danno le dosi, in 100 giorni vacciniamo tutto il Veneto. Si può fare in tutta Italia»

E aggiunge: «Se in altre Regioni non vogliono AstraZeneca, noi ce lo prendiamo: è un vaccino che dà copertura molto elevata rispetto al virus Il numero totale di persone attualmente ricoverate per Covid è pari a 2.194 (-77, ieri 2.268). (Open)

Questa mattina il presidente Luca Zaia ha chiamato il generale Francesco Paolo Figliuolo per chiedere altri vaccini visto che la Regione Veneto è molto forte nelle vaccinazioni rispetto alle forniture. (Qdpnews)

Così ieri sera il presidente del Veneto Luca Zaia a «Piazza pulita» su La7, commentando le parole del generale Figliuolo, commissario per l'emergenza Covid. Sì, ma bisogna che poi arrivino», ha detto Zaia sull'aumento delle consegne di vaccino in Italia entro fine aprile, assicurato da Figliuolo. (L'Arena)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr