Tesla raggiunge un valore da record: quanto vale adesso

Virgilio Motori ECONOMIA

Tra le trillion dollar company, insieme a Tesla, ci sono anche Facebook, Amazon, Apple, Alphabet (Google), Microsoft

È probabile che nei prossimi anni arriveranno anche dei modelli meno costosi di Tesla, accessibili a tutti, se ne parla da tempo.

Non è la prima volta che parliamo di un record associato alla Casa produttrice di auto elettriche per eccellenza, proprio lei, Tesla.

Nell’ultimo trimestre gli utili di Tesla sono aumentati del 380%, a 1,62 miliardi di dollari. (Virgilio Motori)

Su altre fonti

2 ' di lettura. Giovedì l’SPDR S&P 500 ETF Trust (NYSE:SPY) ha avuto un rialzo dello 0,7%, ma ciò non dovrebbe sorprendere gli investitori che prestano molta attenzione al calendario. (Benzinga Italia)

La Casa di Palo Alto, infatti, ha scelto di offrire insieme al suo acquisto (sul proprio account personale o tramite l’app dedicata) il pacchetto aggiuntivo “Acceleration Boost”, dal costo di 1.800 Euro che, come si evince dal suo nome, va a migliorare in maniera consistente le prestazioni dell’intero veicolo. (Info Motori)

Dietro la Model 3, infatti, ci sono la Renault Clio, con 18.263 immatricolazioni, e la Dacia Sandero, con 17.507 vetture consegnate. Nella graduatoria guidata da Volkswagen con 207mila auto immatricolate (-29,7% rispetto a settembre 2020), Tesla raggiunge il nono posto con 34mila auto (Yahoo Finanza)

La modalità sentinella, infatti, può scattare anche solo se qualcuno si avvicina a guardare da vicino l'auto La Live Camera è crittografata end-to-end e Tesla non può accedervi. (HDmotori)

Niente male anche i risultati raggiunti da Tesla Model Y, con 8.926 unità vendute a settembre. La reginetta, lo sappiamo, è stata in cima alla classifica delle auto più vendute in Europa per molti anni. (Virgilio Motori)

Ancora, per agevolare l’utilizzo, Hertz ha promesso una prenotazione più rapida con una funzione specifica per auto elettriche sulla sua applicazione Le 100.000 Tesla Model 3 di Hertz saranno disponibili inizialmente negli aeroporti in cui Hertz opera, per poi arrivare entro la fine del 2022 in tutti i punti vendita di Stati Uniti ed Europa. (Quotidiano Motori)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr