Goldman rivede stime su tassi dopo Fed. Ecco i fattori che guideranno le prossime decisioni

Goldman rivede stime su tassi dopo Fed. Ecco i fattori che guideranno le prossime decisioni
Borse.it ECONOMIA

La Fed tira dritto nel percorso di aumento dei tassi per contrastare l’inflazione. Ieri ha alzato i tassi dello 0,75% per la terza volta consecutiva portandoli fra il 3% e 3,25%, il livello più alto dalla crisi del 2008. La Fed ha avvertito che la politica monetaria rimarrà restrittiva con altri rialzi dei tassi e prevede di aumentare ulteriormente di 100-125 pb quest’anno. Dal dot plot emerge che i funzionari puntano su nuovi rialzi dei tassi fino a raggiungere il tasso terminale del 4,6% nel 2023. (Borse.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Nel meeting di settembre la Federal Reserve ha alzato i tassi di 75 punti base. Una mossa decisa per contrastare l’inflazione, come ampiamente anticipato nei mesi scorsi da Jerome Powell e da altri autorevoli esponenti della Fed. (Investing.com Italia)

GASI -2,50% Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio Generali (BIT: ) Investments, in un commento del Senior Economist di Paolo Zanghieri, sottolinea i rischi per la crescita di una politica monetaria restrittiva a lungo: Powell vuol evitare un impatto troppo duro sul lavoro (Investing.com Italia)

Il Presidente della Fed, Jerome Powell ammette la possibilità di ulteriori rialzi da ora fino ad inizio 2023, per portare i futuri tassi di interesse oltre il 4%. Pubblicità (la VOCE del TRENTINO)

Wall Street paga ancora lotta Fed contro inflazione

Il presidente della Fed Jerome Powell (Corriere della Sera)

Roma, 22 set. Nella giornata di ieri la Federal Reserve, si legge in una nota di iBanFirst – ha continuato il processo di inasprimento, alzando di 75 punti base i tassi di interesse e accelerando il piano di Quantitative Tightening a 95 miliardi al … (Agenzia askanews)

Obiettivo confermato ieri da Powell: andare avanti nel percorso delle strette monetarie, al fine di riportare l’inflazione Usa al target del 2% (viaggia ora al ritmo superiore all’8%, in base a quanto emerge dall’indice dei prezzi al consumo). (Finanza.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr