Insulti al giocatore perchè di colore: la squadra abbandona il campo

Oggi Treviso SPORT

La società locale ha segnalato come l’episodio è partito dal pubblico contro la volontà della squadra ospitante ed ha espresso la solidarietà al San Michele

ischi ai giocatori di colore, l’episodio di razzismo è accaduto ieri durante l’incontro di Prima Categoria tra Cisonese e San Michele Salsa.

Una frase di stampo razzista contro un giocatore di colore del San Michele da parte di uno spettatore hanno avuto come conseguenza l’abbandono del campo della squadra ospite. (Oggi Treviso)

Su altre fonti

A quel punto il capitano del San Michele Salsa ha invitato tutti i compagni di squadra ad abbandonare il campo. Dalla tribuna uno spettatore ha insultato il difensore della squadra ospite. (TrevisoToday)

In passato non pare ci siano stati precedenti di analogo e squallido tenore né contro il giocatore né in generale Quando ha sentito arrivare dalle tribune un grave insulto razzista nei confronti di un suo compagno di colore, il capitano non ha avuto esitazioni. (Prima Bergamo)

A fine partita un giocatore di colore della Cisonese ci ha ringraziato, dicendo che abbiamo fatto la cosa giusta", ci racconta Manuel Scottà, direttore sportivo del San Michele Salsa Di conseguenza i compagni di squadra del San Michele Salsa hanno lasciato il campo. (venetogol.it)

Ci siamo subito tutti alzati, un nostro giocatore è stato espulso dall’arbitro perché ha risposto all’ignoto incivile, un altro nostro tesserato in panchina è di origine africana e non poteva restare a guardare. (Tuttocampo)

– ci dice il– tutti in panchina lo abbiamo sentito nonostante la tribuna è dall’altra parte del campo. (Tuttocampo)

È stato un bel gesto: so che nel suo spogliatoio poi è scoppiato a piangere», racconta Manuel Scottà, direttore sportivo del San Michele. La Cisonese, dopo aver chiesto scusa al San Michele per quello che era successo, non ha rilasciato commenti su quanto accaduto (La Tribuna di Treviso)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr