Bonus 2.400 euro, quando non è compatibile col Reddito di emergenza

Bonus 2.400 euro, quando non è compatibile col Reddito di emergenza
QuiFinanza INTERNO

editato in: da. Arrivano due importanti novità per il bonus 2.400 euro previsto dal dl Sostegni in favore di alcune categorie di lavoratori colpite dall’emergenza Covid.

L’Inps chiarisce che i limiti di reddito indicati come soglia massima, da non superare per godere dell’indennità di 2.400 euro (75.000 euro e 35.000 euro), si riferiscono al solo reddito prodotto nell’anno 2019.

Bonus 2.400, limiti di reddito per i lavoratori dello spettacolo. (QuiFinanza)

Se ne è parlato anche su altri giornali

SCOPRI DI PIU’. È sorprendente quanti soldi si ricevono in più su queste pensioni INPS se sono presenti figli a carico. Relativamente agli aventi diritto, accade di frequente che tra questi vi figuri il coniuge. (Proiezioni di Borsa)

Il valore del reddito familiare deve essere inferiore a una soglia pari all’ammontare del beneficio stesso. Come per il Reddito di Cittadinanza, il beneficiario della prestazione non è quindi il singolo richiedente ma l’intero nucleo familiare. (ilmessaggero.it)

Decreto Sostegni bis: due ulteriori mensilità di Reddito di emergenza. Per l’anno 2021 sono riconosciute su domanda ulteriori due quote di Reddito di emergenza, si legge nella bozza del decreto Sostegni bis che si appresta ad approdare in Consiglio dei Ministri entro la fine della settimana. (The Italian Times)

Sostegni bis, Reddito di emergenza rinnovato per i mesi di giugno e luglio

A Palazzo Madama l’iniziativa ha avuto un appoggio corale, si attende ora il via libera della Camera per l’approvazione definitiva “Ci vuole una risposta per i lavoratori dello spettacolo che in questa pandemia sono stati particolarmente colpiti. (QuiFinanza)

Si tratta dei beneficiari dei contributi a fondo perduto del primo decreto Sostegni. E’ quanto prevede la bozza del decreto Sostegni bis che il governo dovrebbe varare entro la settimana. (Giornale di Sicilia)

Quindi se, ad esempio, un nucleo familiare paga 4200 euro all’anno di affitto, le soglie di accesso saranno aumentate di 350 euro senza che il Rem venga ridotto Le ulteriori due mensilità riguardano i mesi di giugno e luglio 2021, la cui richiesta va inoltrata all’Inps entro il 30 giugno 2021 con le modalità già in uso per le tre mensilità del dl Sostegni. (QuiFinanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr