Michele Merlo e l’inchiesta per omicidio: Ausl di Bologna “assolve” i medici

Michele Merlo e l’inchiesta per omicidio: Ausl di Bologna “assolve” i medici
Ck12 Giornale INTERNO

L‘Azienda Usl di Bologna ha completato oggi e consegnato alla magistratura i risultati dell’indagine interna relativa alla morte di Michele Merlo, e non ha riscontrato errori da parte del personale medico. Il giovane cantante deceduto all’ospedale Maggiore, per un’emorragia dovuta a una leucemia fulminante.

Il cantante Michele Merlo, morto due giorni fa, si era presentato all’Ospedale di Vergato il giorno prima dell’emorragia cerebrale, ma viene mandato a casa. (Ck12 Giornale)

Ne parlano anche altre testate

Si torna a parlare di Michele Merlo, il giovane morto dopo una leucemia fulminante a Bologna. Il medico dell’ambulanza che lo aveva accusato di fare uso di droghe è stato mandato in ferie forzate per un paio di giorni. (Caffeina Magazine)

La studentessa ha rilasciato un’intervista a ‘Il Giornale di Vicenza’ in cui ha raccontato come ha conosciuto l’ex concorrente di ‘Amici’ (16esima edizione, nel 2017) e anche le ultime parole che lui le ha detto prima di salire in ambulanza. (Gossip News)

Secondo la ricostruzione dell'azienda (e come peraltro già confermato dai famigliari del giovane), Merlo si era presentato nel pomeriggio del 2 giugno al pronto soccorso dell'ospedale di Vergato, sull'Appennino. (La Repubblica)

Morte Michele Merlo, i risultati dell'inchiesta: "Criticità, ma assistenza adeguata". La ricostruzione

Cosa è successo in pronto soccorso. Si era presentato al pronto soccorso dell’ospedale di Vergato e sentendo i sintomi, il medico di guardia lo aveva rimandato a casa. (Ultim'ora News)

Alle 22.40 l’ambulanza, con il medico a bordo, riparte verso il Pronto soccorso dell’Ospedale Maggiore con codice di massima gravità, dove giunge alle 23.22 È il risultato dell’audit clinico disposto dall’Ausl di Bologna per ricostruire la vicenda del giovane cantante 28enne deceduto all’ospedale Maggiore per un’emorragia dovuta a una leucemia fulminante. (Il Riformista)

L'infermiera sulla base di quanto riferito dal signor Merlo, a richiesta sui tempi di attesa, precisava che non era in grado di stimarli essendoci alcuni pazienti in carico al Pronto Soccorso. Alle 22.40 l'ambulanza, con il medico a bordo, ripartiva verso il Pronto Soccorso dell'Ospedale Maggiore con codice di massima gravità, dove giungeva alle 23. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr