Troppi contagi nelle scuole: la Campania spinge per la Dad dall' 8 dicembre

Troppi contagi nelle scuole: la Campania spinge per la Dad dall' 8 dicembre
Salernonotizie.it INTERNO

Nei giorni scorsi, era stato il direttore del laboratorio centralizzato dell’Azienda dei Colli, Luigi Atripaldi, a ipotizzare un anticipo della pausa prevista per Natale e Capodanno allo scopo di bloccare la diffusione del virus.

Il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola ha chiesto in sede di Conferenza Stato Regioni il ritorno alla didattica a distanza.

Come segnala La Repubblica, il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca torna ad agitare lo spettro di nuove chiusure delle attività se nelle prossime settimane dovesse registrarsi “una grave espansione del contagio”

Stampa. (Salernonotizie.it)

Su altre fonti

E ieri, al drive in del Frullone riservato alle scuole, sono stati eseguiti 606 tamponi su 930 convocati. E questo preoccupa la Regione Campania che ha chiesto al Governo una nuova sospensione delle lezioni in presenza per frenare la pandemia. (Il Riformista)

La Regione Campania: "Troppi contagi, scuole in Dad per un mese a partire dall'8 dicembre" di Dario del Porto. (ansa). Bonavitacola, vice di De Luca: " Lo abbiamo proposto al governo, negli istituti dell'obbligo i dati sono preoccupanti". (La Repubblica)

Covid Campania, “DaD a scuola per un mese dall’8 dicembre” la proposta della Regione Troppi contagi nelle scuole, dall’8 dicembre in Campania potrebbe scattare un mese di Didattica a Distanza. La Regione ha chiesto al governo di sospendere le lezioni in presenza, alla luce degli aumenti dei contagi in classe che si stanno registrando in queste settimane. (Fanpage)

SCUOLA – La Regione Campania: “troppi contagi, vogliamo la DAD dall'8 dicembre”

La situazione dei contagi. Per Bonavitacola, infatti, “i dati dei contagi – ha aggiunto – sono molto preoccupanti“. “Abbiamo proposto che a partire dall’8 dicembre, considerato che ci separano 10-12 giorni dalla pausa natalizia, abbiamo chiesto un mese di didattica a distanza per la scuola dell’obbligo perché i dati sono molto preoccupanti”. (L'Occhio)

“Considerato che ci separano 10-12 giorni dalla pausa natalizia, abbiamo chiesto un mese di didattica a distanza per la scuola dell’obbligo perché i dati sono molto preoccupanti”, ha dichiarato il vicepresidente della Regione, Fulvio Bonavitacola. (Sky Tg24)

“Abbiamo proposto che a partire dal prossimo otto dicembre, considerato che ci separano pochi giorni dalla pausa natalizia, abbiamo chiesto un mese di didattica a distanza per la scuola dell’obbligo perchè i dati sono molto preoccupanti”. (Paesenews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr