Avis, l'appello: "Donazioni in calo per covid, invito a raccolta di sangue ordinata"

Avis, l'appello: Donazioni in calo per covid, invito a raccolta di sangue ordinata
Cremonaoggi INTERNO

“La rete organizzativa della raccolta è territoriale: ogni singola Avis ha una specifica necessità di sangue, strettamente connessa non solo alla generosità dei donatori del territorio, ma anche alla programmazione delle donazioni e all’utilizzo che viene fatto delle scorte.

Alla luce della carenza di donazioni, Avis Regionale Lombardia invita a una donazione e raccolta di sangue il più possibile ordinate. (Cremonaoggi)

La notizia riportata su altre testate

“Noi stiamo chiamando come al solito – spiega il presidente dell’Avis Comunale di Pavia Stefano Marchesotti – ma incontriamo più difficoltà a far venire i donatori perchè tanti sono in isolamento e autosorveglianza. (La Provincia Pavese)

“I donatori hanno paura di entrare in ospedale a causa dei diffusi contagi da covid – spiega ancora il dottore Annarumma e per sopperire alla grande carenza di sangue a scopo trasfusionale dobbiamo incrementare le donazioni – prima che sia troppo tardi, anche perché gli interventi urgenti, come quelli della cardiochirurgia, non si possono assolutamente procrastinare” (Salernonotizie.it)

“Serve uno sforzo mirato - afferma la presidente di Avis Regionale Toscana, Claudia Firenze - per far fronte all'inevitabile calo delle donazioni di questi giorni. Come abbiamo sottolineato molte volte, solo unendo gli sforzi e valorizzando al meglio la generosità dei donatori è possibile garantire sostenibilità al sistema trasfusionale". (LA NAZIONE)

Carenza di sangue, appello anche dell'Avis Salerno: “Nessun rischio per i donatori”

L’invito è quindi a recarsi al più presto e senza timore nei centri trasfusionali, nei centri di donazione e nelle strutture per una donazione straordinaria di sangue e piastrine. I centri trasfusionali sono in questo momento tra i luoghi più sicuri e controllati a cui poter accedere in totale sicurezza e tranquillità" (LA NAZIONE)

Alcune zone del Paese, infatti, segnalano un calo nelle donazioni di sangue, a seguito dell’incremento dei casi positivi e, di conseguenza, di persone – e donatori – che hanno contratto o che hanno avuto contatti diretti con positivi al virus. (L'Eco di Bergamo)

A segnalarlo il presidente Luigi Amoroso che evidenzia la mancanza di donatori anche a causa della pandemia. Stampa. Carenza di sangue anche per l’Avis di Salerno. (Salernonotizie.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr