Salerno, positivo al Covid su nave da crociera: scatta protocollo sicurezza

Salerno, positivo al Covid su nave da crociera: scatta protocollo sicurezza
StileTV INTERNO

Al lavoro da ore una task force di volontari e sanitari, che stanno effettuando i tamponi a bordo.

Ma il segnale di speranza e di ripartenza è stato rovinato dalla notizia che a bordo della "Mein Schiff" ci sarebbe infatti un passeggero positivo.

Si tratta della prima delle circa 30 imbarcazioni crocieristiche che hanno confermato la propria presenza a Salerno di qui ai prossimi mesi, dopo mesi di stop causa Covid

E' la prima nave da crociera che ha fatto capolino al porto di Salerno in questa stagione estiva. (StileTV)

Su altre testate

Sono passati due anni da quando l’ultima volta, a Salerno, è attraccata una nave da crociera. Arrivata a Salerno, la sanità marittima ha provveduto ad applicare l’iter previsto: la positiva è stata trasferita al polo Covid di Scafati. (Teleclubitalia.it)

Gli spedizionieri Stefano Coccon della Cds Sdc Spedizionieri la mette così: «Qui si ammazza per far vivere Venezia Il Governo ha cancellato per decreto quel che c’era fissando con una X il costo delle conseguenze, ricollocazione, ristori, cassa integrazione. (Corriere della Sera)

Dopo quasi due anni di assenza, nel porto di Salerno oggi è attraccata la prima nave da crociera. Si tratta della Main Shift 4, proveniente da Cannes e con a bordo 1200 passeggeri. (Metropolis)

Era ora. Dal 1 agosto stop alle grandi navi da crociera a Venezia

Ma la presenza in porto della nave — con una stazza di 99,526 tonnellate e una lunghezza di 293,2 metri — è già diventata un caso: la Mein Schiff è arrivata a Salerno con un caso accertato di Covid a bordo (si tratta di un membro dell’equipaggio, trasferito già in mattinata al Covid Hospital di Scafati) e questa mattina, per motivi precauzionali, i suoi passeggeri non sono stati fatti scendere a terra. (Corriere del Mezzogiorno)

Dunque il Covid-19 più dell’Unesco ha potuto rappresentare l’urgenza di una decisione troppo a lungo rinviata e ancora inadeguata. Veramente, ma anche finalmente, una buona notizia su Venezia. (Il Fatto Quotidiano)

E stabilisce un principio inderogabile, dichiarando monumento nazionale le vie urbane d’acqua Bacino di San Marco, Canale di San Marco e Canale della Giudecca di Venezia” “L’intervento è divenuto improcrastinabile”, continua il ministro, “almeno per quanto riguarda il Bacino di San Marco e il Canale della Giudecca. (ArtsLife)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr