Entra in un bar e comincia a sparare all'impazzata: cinque feriti

Entra in un bar e comincia a sparare all'impazzata: cinque feriti
Approfondimenti:
Zoom24.it INTERNO

Cinque persone sono rimaste ferite in una sparatoria avvenuta all’interno di un bar ad Arzano, nel Napoletano.

I feriti sono stati trasportati in ospedale e non sarebbero in pericolo di vita.

Tra i feriti potrebbero esserci persone estranee ad ambienti criminali e che si trovavano nel bar al momento della sparatoria

Almeno due dei feriti sarebbero vicini al clan camorristico.

Sono in corso indagini da parte dei carabinieri della compagnia di Casoria e del nucleo investigativo di Castello di Cisterna. (Zoom24.it)

La notizia riportata su altre testate

Petrillo, ricoverato nell’ospedale San Giuliano di Giugliano in Campania, considerato legato al clan camorristico della 167 (dal nome dell’omonimo complesso di edilizia popolare), è ritenuto dagli investigatori il presumibile obiettivo dell’agguato. (Il Fatto Vesuviano)

E poi ieri sera tutti i miei amici e le persone che mi conoscevano sono venuti al bar a darmi forza. shadow. «Io e mia moglie eravamo dietro al bancone e appena abbiamo sentito i primi due spari ci siamo buttati a terra. (Corriere del Mezzogiorno)

Secondo gli investigatori, oltre al 61enne Mario Abate, che si trovava nel bar al termine di una giornata di lavoro e ha riportato una ferita al piede, anche Roberto Lastra, 36 anni, è una vittima innocente dell'agguato che aveva come obiettivo Salvatore Petrillo e altre due persone ritenute legate al clan camorristico della 167. (NapoliToday)

Agguato nel bar, 2 giovani gravissimi: ferito anche lo zio del gestore. Le reazioni: poteva essere una strage

Sono già fuori pericolo invece Luigi Casola, 39 anni, residente fino a qualche tempo fa nel rione “167” di Arzano, ricoverato nell'ospedale di Acerra con una ferita alla gamba. In ballo, si disse, c’era il controllo delle piazze di spaccio tra Arzano e il confinante quartiere Secondigliano. (ROMA on line)

Cinque persone sono rimaste ferite in un agguato avvenuto vicino a un bar in via Ignazio Silone ad Arzano, alle porte di Napoli. Sul posto ci sono i carabinieri e le ambulanze: non si conoscono le condizioni dei feriti. (Virgilio Notizie)

Siamo rimasti così per alcuni interminabili momenti fin quando abbiamo capito che i sicari se n’erano andati. “Quando ho sentito gli spari – dice, ancora scosso dalla paura – ho afferrato mia moglie che era con me dietro al bancone e l’ho tirata giù. (Edizione Napoli)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr