Emilia-Romagna arancione da domenica: ecco cosa cambia. Ristoranti, bar e spostamenti

Emilia-Romagna arancione da domenica: ecco cosa cambia. Ristoranti, bar e spostamenti
La Repubblica INTERNO

Zona arancione: i musei. Chiudono al pubblico musei che in zona gialla erano aperti durante i giorni festivi.

Restano chiusi cinema, teatri e centri ricreativi, mentre resta possibile sfruttare gli spazi di teatri e cinema per trasmettere spettacoli in streaming

Resta in vigore anche il cosiddetto “coprifuoco”: dalle ore 22 alle 5 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. (La Repubblica)

La notizia riportata su altri media

– L’aggiornamento odierno sull’evoluzione della pandemia di covid19 in Emilia Romagna parla di 41 morti, che portano il totale a 10.345. Complessivamente, tra i nuovi positivi 520 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 737 sono stati individuati all’interno di focolai già noti (Reggionline)

La sostanza stupefacente è stata sequestrata e per il giovane è scattata la segnalazione alla Prefettura di Rimini quale detentore per uso personale di sostanza stupefacente mentre la patente di guida gli è stata ritirata. (RiminiToday)

Emilia-Romagna arancione da domenica: ecco cosa cambia Dall'Emilia-Romagna, che domani tornerà in zona arancione, colpa anche di un Rt (indice di trasmissibilità del virus) pari a 1,06 si solleva ancora una critica al sistema introdotto dal governo Conte per cercare di frenare i contagi da caronavirus. (La Repubblica)

La Polizia controlla il territorio: due persone vengono arrestate

L'Umbria, pure in zona arancione, con un'ordinanza regionale decreta la zona rossa nella provincia di Perugia. A quanto apprende l'Adnkronos, il governo sta valutando di prorogare lo stop agli spostamenti tra Regioni fino al 31 marzo. (Leggo.it)

Resta inteso che la giustificazione degli spostamenti ammessi fuori dal proprio Comune, in caso di eventuali controlli, può essere fornita nelle forme e con le modalità dell’autocertificazione Sì, è possibile effettuare consegne anche fuori dal proprio Comune, trattandosi di ragioni lavorative. (La Gazzetta di Modena)

La seconda persona sottoposta alla misura precautelare è un 36enne romeno, destinatario di un mandato di arresto europeo. Il primo è un 43enne libico, irregolare sul territorio nazionale, sul quale pendeva una misura di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Rimini. (RiminiToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr