Coronavirus, in provincia di Palermo quasi 600 casi in 24 ore. Musumeci: "Non escludo la zona rossa"

Coronavirus, in provincia di Palermo quasi 600 casi in 24 ore. Musumeci: Non escludo la zona rossa
Giornale di Sicilia INTERNO

Quasi due terzi dei nuovi contagi registrati nell'ultimo bollettino Covid in Sicilia sono stati nella provincia di Palermo: ben 597 su 909.

Il sindaco di Palermo può nel frattempo, se lo ritiene, assumere iniziative restrittive anche sul fronte scolastico"

Il primo cittadino di Palermo, oggi, ha chiesto al presidente della Regione, Nello Musumeci, tutte le misure più restrittive possibili per evitare che i contagi crescano maggiormente. (Giornale di Sicilia)

Ne parlano anche altri giornali

Lo ha deciso il governatore Nello Musumeci, che ha firmato l’ordinanza dopo il boom di contagi registrati nelle ultime settimane. Facebook. . Shares. Palermo diventa zona rossa a partire dalla mezzanotte. (La Voce dell'Isola)

LEGGI ANCHE. DATI CORONAVIRUS SICILIA DI LUNEDI’ 5 APRILE. Asporto e domicilio in bar e ristoranti, il primo solo fino alle 18. (Sicilianews24)

Non si superava la soglia dei 7.000 nuovi positivi in una settimana dallo scorso 24 gennaio Nell'ultima settimana (29 marzo-4 aprile) infatti - secondo i dati forniti dalla Regione al Ministero - sono state appena 681 le persone che hanno sconfitto il virus. (AgrigentoNotizie)

Palermo è “Zona rossa” Covid fino al 14 aprile | La Voce dell'Isola

Nella settimana appena trascorsa invece i nuovi casi di contagio sono stati 7.005, il 20,5% in più rispetto a quella precedente. In Sicilia da una settimana succede qualcosa di strano: non si guarisce più dal Covid. (PalermoToday)

Il numero degli attuali positivi e’ di 23.705 con 853 casi in piu’ rispetto a ieri; i guariti sono 36. Negli ospedali i ricoverati sono 1.183, 56 in piu’ rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 158, 5 in piu’ rispetto sempre a ieri. (RagusaOggi)

– Scade oggi (martedì 6 aprile) il termine entro il quale gli “esercenti le professioni sanitarie” e gli “operatori di interesse sanitario” dovranno comunicare gli elenchi dei propri iscritti o dipendenti per verificare l’avvenuta vaccinazione contro il Covid. (siciliareport.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr