Spagna, tweet contro Juan Carlos e a sostegno del terrorismo: arrestato il rapper Pablo Hasél

Il Fatto Quotidiano ESTERI

L’artista, all’anagrafe Pau Rivadulla Duró, 33 anni, è stato giudicato per la pubblicazione, tra il 2014 e il 2016, di 64 tweets e di una canzone intitolata “Juan Carlos El Bobón” (Juan Carlos lo sciocco).

In uno dei post sul social network giustifica le azioni violente del gruppo terrorista Grapo: “Le manifestazioni sono necessarie, però non sufficienti.

In un comunicato stampa, l’Esecutivo di Pedro Sánchez prevede di “castigare solo condotte che suppongano chiaramente un rischio per l’ordine pubblico”. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altri media

Circa 80 persone sono state arrestate e più di 100 sono rimaste ferite (LaPresse)

E ora l’attenzione è tutta su Pablo Hasél. “L’imprigionamento di Pablo Hasél rende ancora più evidente la spada che pende sopra la testa di tutti i personaggi pubblici che osano criticare apertamente le azioni delle istituzioni statali. (L'HuffPost)

Ma ieri si è anche saputo che una ragazza rimasta ferita negli scontri di martedì notte ha perso un occhio In qualche caso – la testimonianza è in diversi video postati sui social – la polizia si è accanita contro giovani inermi. (La Repubblica)

Anche a Barcellona, in serata, ci sono stati incidenti, con lancio di oggetti verso la polizia e cassonetti dati alle fiamme. (Il Messaggero)

Parole che hanno suscitato l'ira dei partiti di opposizione, che hanno chiesto ai socialisti di rompere l'alleanza con Podemos, e delle forze dell'ordine. Le manifestazioni a Barcellona e a Madrid sono sfociate ieri in atti vandalici e scontri con la polizia. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Così da martedì a Barcellona, ma anche nelle altre principali città della Spagna, inclusa Madrid, si stanno ripetendo cortei, manifestazioni e atti vandalici, per chiedere non solo che Hasel torni libero, ma anche risposte precise circa quello che in Spagna si può o non si può fare, su quanto e come gli Spagnoli possano sentirsi e sentire di essere liberi L’arresto del rapper ha suscitato ampio scandalo e in molti si stanno interrogando su quanto sia reale e concreta la libertà di parola in Spagna. (Business Insider Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr