Vaccino anti-Covid, dopo quanto tempo dalla guarigione si può ricevere: le regole del Ministero

Vaccino anti-Covid, dopo quanto tempo dalla guarigione si può ricevere: le regole del Ministero
Thesocialpost.it INTERNO

Se invece è trascorso più di un anno dalla malattia, tra la prima e la seconda dose dovranno passare 21-28 giorni, a cui farà seguito la terza dose dopo almeno 120 giorni.

Le persone che dovessero contrarre il Covid dopo aver già ricevuto la seconda dose, infine, potranno ricevere il booster dopo un periodo di almeno 120 giorni

Quando una persona guarisce dall’infezione, la prima dose deve essere effettuata entro il primo anno, a cui potrà seguire la dose booster dopo 120 giorni. (Thesocialpost.it)

Su altre testate

Covid, in arrivo i test per verificare il livello di anticorpi. In arrivo nuovi test per verificare la quantità di anticorpi prodotti in risposta alla malattia da Covid o dal vaccino. (triestecafe.it)

Arcangelo Prete, Presidente di AIEOP, Associazione Italiana di Ematologia e Oncologia Pediatrica– non rappresenta una controindicazione bensì una motivazione ulteriore alla vaccinazione perché la stessa è diretta a proteggere il paziente fragile. (dedalomultimedia.it)

Le regole attuali previste dal ministero della Salute indicano che in caso di malattia la prima dose di vaccino vada fatta entro un anno con una dose booster almeno dopo 120 giorni, se invece ci si vaccina dopo un anno dalla malattia è necessaria anche una seconda dose a 21-28 giorni, seguita dal booster dopo almeno 120; se invece si contrae l'infezione dopo la prima dose, se non sono ancora passati 14 giorni si prevede una dose booster dopo almeno 120 giorno, oltre 14 giorni la seconda dose va fatta entro sei mesi e la terza dopo almeno 120 giorni; se poi l'infezione avviene dopo la seconda dose, la terza va fatta dopo almeno 120 giorni. (Sardegna Live)

Infezione dopo il vaccino: dai test sierologici alla conta degli anticorpi, ecco tempi e regole

In futuro potrebbe anche diventare necessario poter personalizzare i tempi dei richiami a seconda del livello degli anticorpi: questo permetterebbe di vaccinarsi solo quando le difese immunitari si sono ridotte e si è indifesi davanti al virus. (BlogSicilia.it)

Le forme gravi o gravissime sono state il 19,9% mentre la mortalità dovuta all'infezione è stata del 3,8%. Così come la vaccinazione annuale per l’influenza per il paziente e i familiari rimane una misura di prevenzione raccomandata. (Corriere della Sera)

In futuro questo potrebbe diventare utile, per esempio in vista di un’eventuale quarta dose. Il costo è analogo a quello dei test che si fanno in laboratorio (Metropolis)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr