Profumo su Oto Melara: "Faremo le cose per bene come sempre"

La Repubblica ECONOMIA

Per esempio il fatto che "Oto Melara è molto grande nel terreste, la componete terrestre va molto ben considerata

Il gruppo, ricorda Profumo, è "molto forte nelle due piattaforme che abbiamo, elicotteri e aerei, e nell'elettronica per la difesa che tiene insieme queste riforme".

Le scelte verranno fatte quando saranno le opzioni sul tavolo, valuteremo la componente strategica".

Nel valutare le offerte per la cessione dei sistemi di difesa, l'ex Oto Melara e l'ex Wass, "le componenti da considerare sono molteplici. (La Repubblica)

Su altre testate

In questa strategia Wass non è visto come l’hub dell’azienda e OTO Melara è considerata troppo piccola per competere a livello europeo. La rimozione delle due unità fa parte della più ampia strategia di Leonardo, che punta a concentrarsi sull’elettronica per i business di elicotteri, aerei e difesa. (Generazione Scuola)

“In attesa dell’audizione dell’Ad di Leonardo, Alessandro Profumo, in commissione Difesa sulla vendita delle aziende Oto Melara e Wass e’ bene ribadire che le aziende strategiche, soprattutto nel ramo difesa, devono rimanere saldamente sotto il controllo italiano e non vengano acquisite da aziende straniere”. (Città della Spezia)

"Le dichiarazioni dell'ad di Leonardo, Alessandro Profumo, circa la vendita di Oto Melara e Wass a chi fara' l'offerta migliore indipendentemente dalla nazionalita' dell'acquirente, ci lasciano a dir poco perplessi" Nella futura cessione della controllata "le componenti da considerare - prosegue Profumo - sono molteplici, serve sostenibilita' nel lungo termine". (L'Inchiesta Quotidiano OnLine)

Lo afferma Stefania Pucciarelli sottosegretario alla Difesa che prosegue: “Ho anche manifestato piena consapevolezza sul tenere in debita considerazione le complessità e le correlate cautele riguardanti le dinamiche dei mercati e le gestioni di grandi gruppi quotati in borsa”. (Città della Spezia)

Da qui si deve partire, mettendo in campo le nostre migliori energie per fare gli interessi nazionali e non altri, estranei a quelli domestici. Parliamo di scelte che avranno un forte impatto sul prossimo futuro in ambito europeo. (Emilia Romagna News 24)

Ma l’attenzione che vogliamo richiamare non è limitata solo a quella delleaAerostrutture anche se al momento è quella che richiede una discussione prioritaria. Abbiamo bisogno di sapere il futuro della BU Automation su cui abbiamo già dichiarato le nostre perplessità in merito alla dichiarata volontà di una eventuale cessione. (Gazzetta della Spezia e Provincia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr