La Granda pronta a blindarsi contro l’epidemia di peste suina

La Granda pronta a blindarsi contro l’epidemia di peste suina
La Stampa INTERNO

La Granda rappresenta il 66% della produzione regionale con 800 aziende e 800 mila capi, seconda a livello nazionale dopo Brescia.

Ma come il Covid, è una malattia infettiva causata da un virus altamente contagioso, spesso letale per cinghiali e maiali.

Secondo il direttore di Coldiretti Cuneo, Fabiano Porcu, «indispensabile il controllo sanitario di tutti i capi abbattuti»

Non è ancora arrivata nella Granda, e non è pericolosa per l’uomo. (La Stampa)

Ne parlano anche altre fonti

Mentre la Regione Lombardia si impegnava ad aggiornare le norme, l'unica preoccupazione del Governo era quella di impugnarle". Nelle scorse settimane era circolato un documento, risultato poi falso, con il logo di Regione Lombardia e la firma dell'assessore (Prima Treviglio)

In provincia di Mantova, sono oltre un milione i suini presenti (dato Ats Valpadana), suddivisi in oltre 450 allevamenti. Gli allevatori sono anche arrabbiati: lamentano la mancanza di misure serie per evitare la proliferazione incontrollata dei cinghiali. (La Gazzetta di Mantova)

A Lecco e Como selvatici fuori controllo. La Peste Suina Africana che – precisa la Coldiretti – può colpire cinghiali e maiali ed è altamente contagiosa e spesso letale per questi animali, non è invece trasmissibile agli esseri umani. (Prima Lecco)

Alto Varesotto, "Più attenzione a quello che succede nel bosco". Preoccupa la peste suina africana

Dobbiamo evitare ulteriori, gravi problemi ai nostri allevatori e per farlo dobbiamo muoverci in tempi brevi, perché la suinicoltura è un perno economico regionale con un’importante filiera autoctona di carne di qualità e un significativo indotto lavorativo sul territorio. (ArezzoNotizie)

“L’obiettivo dell’eradicazione della malattia – è riportato sul sito del ministero della salute – sembra dunque essere vicino”. In Liguria nel 2021 sono stati eseguiti test su circa 250 esemplari e nessuno di questi risultava affetto da questa patologia. (IVG.it)

Da anni la peste suina africana è presente in Belgio, in Germania, nell’est Europa, e anche in contesti extraeuropei come il sud-est asiatico, la Cina e l’India Ma il caso piemontese, di cui ancora non si conosce l’origine, potrebbe essere legato alla diffusione del virus a livello europeo. (Luino Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr