Lazio, Hysaj si presenta e canta «Bella ciao». Ma i tifosi non gradiscono e lo attaccano. Post rimosso

Lazio, Hysaj si presenta e canta «Bella ciao». Ma i tifosi non gradiscono e lo attaccano. Post rimosso
Approfondimenti:
Corriere Roma SPORT

E qualcuno ha pensato di andare a rimproverarlo alla pizzeria di Auronzo nella quale, sabato, la squadra si è riunita dopo l’amichevole.

Il post è stato rimosso

La sua performance, postata su Instagram da Luis Alberto, ha scatenato la reazione dei tifosi della Lazio.

Aveva ascoltato e apprezzato «Bella ciao» durante «La casa di carta» e l’ha cantata con orgoglio quando – com’è ormai consuetudine quando si arriva in una nuova squadra – i compagni gli hanno chiesto di esibirsi davanti al gruppo. (Corriere Roma)

Su altre fonti

Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. (Il Fatto Quotidiano)

Il video postato dallo spagnolo è stato rimosso ma gli insulti al neo acquisto sono rimasti ben visibili sui social. Visto un video di Hysaj con la maglia "sbiadita" che canta Bella Ciao (ilGiornale.it)

"Il mio mondo", scrive emozionato papà Elseid accanto alla foto che ritrae il bimbo Centrale il ruolo di papà Gzim, in Italia a bordo di un gommone per regalare una vita migliore alla sua famiglia. (La Lazio Siamo Noi)

Hysai si presenta alla Lazio e canta “Bella Ciao”: è bufera tra i tifosi

Il 27enne albanese è stato oggetto delle critiche dei propri tifosi per la canzone scelta, ovvero ‘Bella ciao‘, canzone della Resistenza italiana contro l’invasione Nazista durante la Seconda Guerra Mondiale, e tornata in auge dopo il successo mediatico della serie televisiva spagnola ‘La Casa De Papel‘, che ne ha rilanciato la notorietà in chiave commerciale (Onefootball)

Il neo-acquisto della Lazio ha infatti scelto di cantare Bella Ciao davanti ai compagni per inserirsi nel gruppo, ma il video pubblicato da Luis Alberto è stato ricoperto di insulti dai tifosi biancocelesti storicamente schierati politicamente all'opposto rispetto alle origini del noto canto popolare. (Calciomercato.com)

Pubblicando il video del neo bianco-celeste, diversi utenti hanno scritto nella didascalia: “Lazio e fascismo non sono sinonimi” La scelta del difensore è stata a dir poco coraggiosa, dal momento che la tifoseria bianco-celeste è composta anche da gruppi dalle esplicite simpatie di estrema destra. (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr