TORINO – Truffa: attivavano contratti telefonici a nome di cittadini ignari

TORINO – Truffa: attivavano contratti telefonici a nome di cittadini ignari
ObiettivoNews INTERNO

Complessivamente sono stati documentati acquistati di 63 smartphone e 67 schede telefoniche con un danno patrimoniale di 55.000 euro per 5 titolari di negozi di telefonia nonché per gli inconsapevoli intestatari dei contratti telefonici

Lo schema della truffa era quello di attivare contratti di telefonia con piani rateali che prevedono la consegna dei beni senza l’esborso immediato di denaro.

Altre 9 persone, tutte di nazionalità italiana, sono indagate a piede libero a vario titolo per aver fatto parte del sodalizio o per aver concorso nella commissione di singoli reati. (ObiettivoNews)

La notizia riportata su altri media

Aveva provato anche a intestare un contratto telefonico a rate al suocero morto. Uno dei quattro arrestati aveva anche provato a fare una rateizzazione con i documenti del suocero morto ma uno del gruppo si è rifiutato e ha precisato di voler utilizzare i documenti di persone vive (TorinOggi.it)

In ogni caso, i dati personali non saranno mai diffusi. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. (Cronaca Torino)

Durante le perquisizioni di questa mattina i carabinieri hanno sequestrato copie di documenti di identità di terze persone, otto carte di credito di dubbia provenienza e copie di contratti di telefonia. (La Stampa)

CRONACA - Truffa delle sim card dei cellulari: quattro arresti

Secondo l’accusa compravano costosi smartphone e attivavano contratti telefonici usando dati e carte di credito di persone che non ne sapevano nulla. Il sistema era così organizzato: utilizzando i dati delle carte d’identità e gli estremi delle carte di credito di ignare vittime, acquistavano a loro nome sim card e telefoni cellulari di ingente valore. (Quotidiano Piemontese)

Altre 9 persone, tutte di nazionalità italiana, sono indagate a piede libero a vario titolo per aver fatto parte del sodalizio o per aver concorso nella commissione di singoli reati. ttivavano contratti telefonici e acquistavano smartphone di valore utilizzando dati e carte di credito di ignari cittadini, carabinieri disarticolano gruppo criminale dedito alle truffe. (VocePinerolese.it)

Complessivamente sono stati documentati acquistati di 63 smartphone e 67 schede telefoniche con un danno patrimoniale di 55.000 euro per 5 titolari di negozi di telefonia nonché per gli inconsapevoli intestatari dei contratti telefonici Questo consentiva di rivendere i prodotti a terze persone, prevalentemente all’estero, prima che il reale intestatario della carta di credito usata potesse accorgersi dell’addebito. (Il Mercoledi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr