Giappone, scienziati su variante Delta: «Virus difettoso, scompare da solo»

Giappone, scienziati su variante Delta: «Virus difettoso, scompare da solo»
Per saperne di più:
Oltre.tv ESTERI

“La variante delta in Giappone era altamente trasmissibile e teneva fuori altre varianti

Tre mesi dopo che la variante delta ha provocato un numero record di casi giornalieri a livello nazionale, le nuove infezioni da coronavirus in Giappone sono crollate.

La più grande ondata di pandemia di coronavirus in Giappone, guidata dalla variante super contagiosa delta, si è improvvisamente interrotta.

Secondo un gruppo di ricercatori, la risposta sorprendente potrebbe essere che la variante delta si sia “autoestinta”. (Oltre.tv)

Se ne è parlato anche su altri media

"La variante Delta si è dissolta per autoestinzione". Secondo i ricercatori, la risposta sorprendente potrebbe essere che la variante Delta si sia dissolta in una sorta di "autoestinzione". (Gazzetta del Sud)

Lo studio ha condotto gli esperti a rilevare che la diversità genetica della variante Delta era molto più ridotta di quella della variante Alfa. E ora ci si domanda se la variante Delta potrebbe andare incontro a un simile destino anche in altre parti del mondo. (Yahoo Notizie)

L'obiettivo è sempre quello di «non tornare a limiti di accesso e ancora meno a chiusure, coprifuoco o chiusure nel nostro paese» «C'è una decisione del Consiglio costituzionale secondo la quale non si può condizionare l'accesso a un comizio al certificato». (Ticinonline)

“A furia di mutare, il Covid si è autoestinto”: il caso del Giappone

Secondo i ricercatori nipponici un numero incontrollato di mutazioni avrebbe portato al cosiddetto collasso mutazionale, dall'inglese 'mutational meltdown' Cosa potrebbe spingere un virus infettivo come il Sars-CoV2 ad auto estinguersi? (La Repubblica)

Lo riportano i media internazionali sottolineando che nelle ultime settimane il Paese ha registrato meno di 200 contagi al giorno mentre venerdì scorso, per la prima volta da 15 mesi, non si sono avuti decessi. (Corriere del Ticino)

“La variante Delta in Giappone era altamente trasmissibile e aveva soppiantato le altre varianti. Gli scienziati giapponesi hanno formulato questa ipotesi sulla variante Delta di SARS-CoV-2 durante un’analisi dell’impatto dell’enzima APOBEC3A contro la proteina nps14. (Meteo Web)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr