Elezioni in Cile: si va al ballottaggio. Vincono il disagio e diseguaglianza sociale a due anni dalla grande protesta

Elezioni in Cile: si va al ballottaggio. Vincono il disagio e diseguaglianza sociale a due anni dalla grande protesta
Per saperne di più:
Servizio Informazione Religiosa ESTERI

È la grande stranezza di queste elezioni: pochi mesi fa il voto per la nuova Assemblea Costituente aveva premiato le liste di sinistra e quelle indipendenti.

Credo che il consenso al candidato di estrema destra abbia molto giocato la paura dell’ignoto da parte del Cile profondo

Una democrazia sull’ottovolante, conseguenza di un forte disagio e diseguaglianza sociale, a due anni dalla grande protesta. (Servizio Informazione Religiosa)

La notizia riportata su altri media

Il prossimo 19 dicembre sarà il ballottaggio a determinare vincitori e vinti nelle Elezioni Presidenziali in Cile: i risultati del primo turno hanno infatti registrato il vantaggio del candidato della destra radicale José Antonio Kast (Fcs-Partito Repubblicano) al 28,01% delle preferenze. (Il Sussidiario.net)

Cile al voto per le presidenziali: il leader della nuova sinistra contro l'estrema destra nostalgica di Pinochet di Daniele Mastrogiacomo. Sostenitori di Gabriel Boric, candidato della sinistra cilena (afp). (La Repubblica)

Sono sette i candidati che concorrono, nel voto di oggi, per sedere a La Moneda. La sinistra progressista di Apruebo Dignidad, con Gabriel Boric, e la destra pinochetista con Jose Antonio Kast sembrerebbero i due contendenti di punta. (Il Manifesto)

Elezioni in Cile, si va al ballottaggio Kast-Boric: l'uomo dell'ultradestra parte in vantaggio nel voto del 1…

Da parte sua, José Antonio Kast, ha ringraziato i suoi militanti per la vittoria ottenuta in questa prima tornata elettorale. Mentre Boric, deluso per l’esito del voto, ha dichiarato: “non è la prima volta che partiamo in svantaggio. (Radio RTM Modica)

Alla luce dei risultati di ieri, il capitolo finale delle presidenziali in Cile si terrà il 19 dicembre, quando José Antonio Kast del Partido Republicano de Chile e Gabriel Boric, l’attuale candidato della coalizione di sinistra Pacto Apruebo Dignidad, si affronteranno in un ballottaggio. (Il Manifesto)

Il verdetto è quello atteso: il 19 dicembre saranno Josè Antonio Kast e Gabriel Boric a sfidarsi nel ballottagio per l'elezione del presidente della repubblica. Quando è stato scrutinato il 93,86% delle schede, il candidato di ultradestra José Antonio Kast è in testa con il 27,99% dei consensi davanti al candidato della sinistra, Gabriel Boric che ha ottenuto il (25,67%. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr