Italia, Covid: anziana muore nel Chietino dopo secondo vaccino Pfizer

Italia, Covid: anziana muore nel Chietino dopo secondo vaccino Pfizer
il Fatto Nisseno INTERNO

I carabinieri giunti in ospedale hanno acquisito il referto medico del pronto soccorso in cui si parla di arresto cardio circolatorio.

L’autopsia che e’ stata fissata per martedi’ dovra’ accertare l’eventuale correlazione tra il vaccino e l’evento morte

Una donna di 83 anni di Lanciano (Chieti), Celestina De Santis, ex infermiera in pensione, ha avuto un improvviso malore ed e’ morta poco dopo la vaccinazione. (il Fatto Nisseno)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Tutte le informazioni aggiornate sulla campagna vaccinale sono pubblicate sul sito dell’Ulss 9 Scaligera Non sono mancati disagi nella giornata di oggi, lunedì 5 aprile, presso i centri di vaccinazione della popolazione di Verona in Fiera e in quello di Bussolengo. (VeronaSera)

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati Uno dei due era stato anche vaccinato: doppia dose di Pfizer, ciclo completato da un mese. (ilgazzettino.it)

In una settimana è cresciuto del 20% il numero di persone over 80 cui è stata somministrata una dose di vaccino.Lo rende noto l’ufficio del commissario straordinario all’emergenza. Si tratta in assoluto del lotto di vaccini più consistente consegnato dall’inizio della campagna. (LaPresse)

Vaccino in Serbia agli stranieri: si compila un modulo e si sceglie tra Pfizer, Moderna, Astrazeneca, Sinovac o Sputnik

Tuttavia, come attestano i suindicati casi, i sintomi si manifestano in forma lieve rispetto a quando non si è vaccinati Tutti gli altri invece sono asintomatici: infatti hanno scoperto la loro positività dopo essere stati sottoposti al tampone molecolare. (Formatonews)

Israele non paga le dosi, Pfizer sospende la fornitura vaccini. Pfizer ha sospeso la consegna di 700.000 dosi di vaccino anti-COVID a Israele che sarebbe dovuta avvenire questa sera, accusando il governo israeliano di non avere pagato 2,5 milioni di dosi già fornite. (Corriere del Ticino)

Si tratta di 57 mila dosi di vaccino AstraZeneca. Ue: «Fornitura Covax a Serbia è segno di solidarietà». «Un nuovo, ammirevole segno di solidarietà globale da parte di Covax la scorsa notte». (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr