Sabato il presidio per chiedere lo stop ai brevetti sui vaccini

Sabato il presidio per chiedere lo stop ai brevetti sui vaccini
La Nuova Provincia - Asti INTERNO

«Il presidio – spiegano i promotori – è dichiaramente a sostegno della sanità pubblica e del lavoro degli operatori sanitari.

E’ in programma sabato 10 aprile, dalle 10.30 alle 12, il presidio per difendere la sanità pubblica e chiedere lo stop ai brevetti sui vaccini.

Protagonista la Società della Cura, rete nazionale di recente costituzione a cui hanno aderito diverse associazioni e cittadini astigiani. (La Nuova Provincia - Asti)

Se ne è parlato anche su altri media

E' stato siglato, il 6 aprile scorso, il Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti SARS-CoV-2/Covid-19 nei luoghi di lavoro. (Ipsoa)

Vaccini: al via prenotazioni per badanti e assistenti personali. Chi non fa parte di associazioni può dare la propria disponibilità scrivendo a [email protected]. Vaccini: al via prenotazioni per badanti e assistenti personali. (gazzettamatin.com)

Lo conferma l'Ulss 8 berica e il sindacato Cub, che aveva chiesto lumi sulla vicenda, inviperito, scende in strada per protesta. «Il dipendente ha diritto ad una visita medica degna di questo nome, un semplice colloquio non è una visita medica». (VicenzaToday)

Un nuovo vaccino low cost prodotto con le uova potrebbe cambiare il corso di questa pandemia

«Siamo d’accordo sul fatto che neanche un vaccino debba andare sprecato, ma al tempo stesso le liste delle eventuali riserve devono essere predisposte assicurando la massima trasparenza e correttezza. «La Regione sostenga le Ulss nei controlli sulla somministrazione di eventuali vaccini avanzati dando indicazioni chiare e univoche valide per tutti, così da evitare i casi di furbetti, più o meno in buona fede». (TrevisoToday)

“La dimensione statistica dei nuovi casi identificati su base comunale, ed il relativo tasso di incidenza per 1.000 abitanti – spiega Ats – mostra un decremento complessivo di nuovi casi pari a -197 contro i -100 della settimana precedente, corrispondente ad un decremento del 10% rispetto al -5% della settimana precedente”. (BergamoNews.it)

Il vaccino prodotto con le uova di gallina. La prima ondata di vaccini Covid-19 autorizzati richiede ingredienti costosi e specializzati. Molti paesi, invece, hanno enormi fabbriche per fare vaccini antinfluenzali economici, con i virus dell’influenza iniettati nelle uova di gallina. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr