Craig Wright ha vinto la causa contro Kleiman

Cryptonomist ECONOMIA

Craig Wright aveva detto che se avesse vinto la causa avrebbe svelato al mondo le prove che dimostrano che sia proprio lui il misterioso Satoshi Nakamoto.

Quello che la sentenza non dice. I giudici non stabiliscono chi si nasconda dietro il nome di Satoshi Nakamoto, se fosse Craig Wright, Dave Kleiman o chiunque altro.

La sentenza si limita a dire che in quella fase, cioè nei primi giorni di Bitcoin, Wright e Kleiman non erano partner, ecco perché la pretesa dei Kleiman non ha fondamento

Ascolta qui download. (Cryptonomist)

Ne parlano anche altre fonti

Wright ha detto in un videomessaggio: “Questa è una decisione straordinariamente buona e mi sento completamente giustificato”. La giuria ha assegnato a Wright $ 100 milioni in diritti di proprietà intellettuale a W&K Information Defense Research LLC, una joint venture tra uomini, concludendo che Wright non era responsabile della frode. (Cuore Blucerchiato)

Processo Bitcoin: il verdetto del giudice è in favore di Craig Writght. Termina quello che dai media internazionali è stato più volte definito Processo Bitcoin. Il fratello di quest’ultimo, Ira Kleiman, per anni ha sostenuto che David e Wright fossero entrambi i co-fondatori di Bitcoin. (Tech Princess)

L’informatico australiano Craig Wright si è dovuto difendere da una causa mossa dagli eredi di David Kleiman, suo vecchio amico e collaboratore con cui avrebbe creato i famosi Bitcoin, nascondendosi sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. (Computer Magazine)

Il caso che si sta deliberando è iniziato nel 2018, quando l'estate del suo socio Kleiman lo ha citato in giudizio a causa delle dichiarazioni di Wright che vedrebbero collaborare allo sviluppo e l'estrazione iniziale di Bitcoin (Investing.com)

Ma, nonostante l'ordine della giuria, Wright sembrava rivendicare una vittoria totale - e anche una rivendicazione. Non è stata posta questa domanda e questa non è mai stata una questione da decidere per la giuria. (Cryptonews Italy)

Entrambe le parti sostengono che Wright sia Satoshi, tuttavia sono in disaccordo sulla proprietà di 1,1 milioni di Bitcoin (BTC) estratti all'epoca Il giudice Beth Bloom ha emesso un'accusa Allen che obbliga la giuria a continuare a deliberare fino a raggiungere un verdetto. (Cointelegraph Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr