Vigili in manette a Reggio. Falcomatà, Brunetti e Zucco: 'Comune parte civile'

Vigili in manette a Reggio. Falcomatà, Brunetti e Zucco: 'Comune parte civile'
Più informazioni:
CityNow INTERNO

Circostanze gravi, da stigmatizzare con forza, certamente incompatibili con lo spirito e l'attività di servizio operata quotidianamente dai nostri Agenti di Polizia, e fortemente lesive dell'immagine e dell'onorabilità del Corpo e dell'intera Città".

Cosi in una nota il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, l'Assessore alla Polizia Municipale Paolo Brunetti ed il Comandante del Corpo Salvatore Zucco

Il vertice dell'Amministrazione e del Comando stigmatizza i fatti contestati: "Comune parte lesa, se i fatti saranno confermati ci costituiremo parte civile". (CityNow)

La notizia riportata su altri giornali

Le reazioni. "L'odierna indagine eseguita dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria fotografa uno spaccato inquietante sull'operato di alcuni agenti della Polizia Locale del Comando reggino. (Gazzetta del Sud - Edizione Reggio Calabria)

Reggio Calabria - Una "vera e propria associazione criminale" al cui vertice c'erano alcuni agenti della polizia locale di Reggio Calabria. Si tratta degli agenti Domenica Fulco, Vincenzo Cassalia, Concetta Sorbilli, Maria Cinanni, Umberto Fabio Falcone, Giacomo Mauro e Paolo Cilione. (Il Lametino)

Gerardo Dominijanni e sotto la direzione del Sostituto Procuratore della Repubblica Dott.ssa Alessia Giorgianni, le fiamme gialle reggine hanno rilevato come diversi altri appartenenti alla Polizia Locale del capoluogo reggino (F. (Il Reggino)

Agli arresti domiciliari 2 appartenenti alla Polizia Locale, altri 7 sospesi per 12 mesi

Agenti in manette. Per quanto sopra, il G.I.P. del Tribunale di Reggio Calabria, Dott.ssa Vincenza Bellini, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha emesso un’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale coercitiva degli arresti domiciliari nei confronti di 2 agenti di Polizia Locale (A. (CityNow)

Due agenti della Polizia Locale di Reggio Calabria, sono finiti agli arresti domiciliari, mentre altri 7 sono stati sospesi dall’esercizio del pubblico ufficio rivestito per la durata di dodici mesi. (Tempo Stretto)

Gerardo Dominijanni e sotto la direzione del Sostituto Procuratore della Repubblica Dott.ssa Alessia Giorgianni, le fiamme gialle reggine hanno rilevato come diversi altri appartenenti alla Polizia Locale del capoluogo reggino (F. (Newz.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr