ZONA BIANCA: SALGONO A SETTE LE REGIONI

ZONA BIANCA: SALGONO A SETTE LE REGIONI
Redazione AriaMediterranea INTERNO

Innanzitutto, decade il coprifuoco, che da ieri sera per le regioni in giallo è stato posticipato alle ore 24.

Entrare in fascia bianca, non significa che tutte le limitazioni verranno abolite, ma sicuramente permette di godere di tutta una serie di benefici.

Mentre, la ripartenza delle altre attività, seguirà le linee guida stabilite durante la Conferenza delle Regioni.

Per quanto riguarda le discoteche, non sono ancora state stabilite le date per il ritorno in pista

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base del monitoraggio settimanale dei contagi, ha firmato l’ordinanza che porta a sette le regioni in fascia bianca. (Redazione AriaMediterranea)

Su altre fonti

Sono in zona bianca invece Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Molise, Sardegna, Umbria, Veneto.Non ci sono più regioni in area rossa o arancione, quindi, e questase i dati del prossimo monitoraggio si rivelassero favorevoli. (AndriaViva)

Una mezzanotte diversa eppure familiare in Italia, quella del primo coprifuoco alle ore 24 dell’era Covid nelle regioni gialle, sempre meno. La movida è già ripartita e dopo tante restrizioni i gestori dei locali sperano nel pienone della stagione calda per rifarsi di quasi un anno e mezzo di pandemia. (Metropolis)

Fino ad allora, il coprifuoco resterà in vigore dalle 24 alle 5 del mattino Accadrà lunedì 14 giugno, se verranno confermati i dati sull’incidenza dei contagi inferiore a 50 casi ogni 100 mila abitanti (adesso il Piemonte è a 28) o il 21 giugno, data nazionale di cancellazione del divieto, a prescindere dai colori. (La Fedeltà)

Da stasera il coprifuoco scatta a mezzanotte

C’è una speranza di vederlo abolito tra sette giorni: Il Lazio ha “dati da zona bianca” che saranno confermati solo nella rilevazione di venerdì. E in zona bianca scatta anche la possibilità di andare a trovare parenti e amici in sei persone (oltre ai figli minori) (Rieti Life)

Le prossime regioni "zona bianca" saranno, dal 14 giugno, Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia-Romagna e Provincia di Trento. In zona bianca riaprono anche piscine coperte, centri benessere, sale gioco, parchi a tema, centri sociali e culturali, attività che in zona gialla possono ripartire il 15 giugno o il 1° luglio (Studio Cataldi)

Entro il 21 giugno tutta l’Italia dovrebbe diventare zona bianca con la sola eccezione della Valle d’Aosta, dove per raggiungere l’agognato traguardo occorrerà attendere la settimana successiva. Intanto i dati epidemiologici sull’andamento della pandemia certificano la prosecuzione della discesa dei casi e dell’impatto sui reparti ospedalieri. (La Nuova Ferrara)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr