Maxi operazione antimafia: 40 arresti per droga, estorsioni e truffe all'Inps

Maxi operazione antimafia: 40 arresti per droga, estorsioni e truffe all'Inps
IL GIORNO INTERNO

Le accuse sono di associazione per delinquere di tipo mafioso, traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni e associazione per delinquere finalizzata alla commissione di falsi e truffe ai danni dell’Inps.

Catania - Quaranta arresti nelle provincie di Catania, Siracusa, Cosenza e Bologna dei Carabinieri che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale etneo.

L’operazione della Direzione distrettuale antimafia di Catania ha colpito la potentissima cosca dei Santapaola-Ercolano. (IL GIORNO)

La notizia riportata su altri giornali

Cronaca la dichiarazione Mafia, Musumeci: “Governo al fianco di Condorelli” di Redazione 5 Maggio 2021. “La determinazione e la coscienza civile dimostrate dal cavaliere Giuseppe Condorelli sono un’ulteriore eccellenza siciliana, un altro esempio di come, con volontà e coraggio, le cose possano davvero cambiare in quest’Isola. (ilSicilia.it)

Maurizio Attanasio, segretario generale della Cisl di Catania, e Alfio Turrisi, segretario generale della Fai Cisl etnea, si associano alle parole di Onofrio Rota, segretario generale della Fai Cisl nazionale, commentando la vicenda della nota industria dolciaria di Belpasso, alle pendici dell’Etna, che non ha ceduto ai tentativi di estorsione e li ha denunciati. (CataniaNews.it)

E al suo interlocutore che gli chiede “ma perché Condorelli non vuole pagare?”, lui replica “niente, gli ho messo le bottiglie, cose, niente…”. “Giuseppe Condorelli è un esempio da seguire da parte degli imprenditori che incappano nelle richieste estorsive – scrive in una nota il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè -. (CaltanissettaLive)

Belpasso, il no di Condorelli al racket: tutti sono dalla parte dell'imprenditore

"Secondo quanto gli stessi comandanti hanno riferito - continua - essi prevedono di rimanere nell'area per un periodo fino a tre settimane. "La vicenda diventa inquietante, ma lo Stato deve essere piu' esplicito con i nostri pescatori, possiamo andare a pescare in quell'area o no? (Yahoo Finanza)

Così Daniele Motta, sindaco di Belpasso, nel catanese, in riferimento alla denuncia contro il pizzo dell’imprenditore Giuseppe Condorelli, titolare dell’omonima industria dolciaria. “Il nostro comune – ha continuato il sindaco – ha sempre perseguitato la via della legalità, tra le altre cose ci siamo sempre costituiti parte civile nei processi per mafia. (EcodiSicilia)

"Denunciare conviene - afferma Giuseppe Condorelli - l'ho sempre fatto con convinzione. Solidarietà all'imprenditore anche da parte di Leoluca Orlando, prersidente di Anci Sicilia, " La denuncia di Condorelli è un atto coraggioso". (Nuovo Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr