Vaccino Covid, Iss: “Forte protezione, -96% rischio di ricovero e morte”

Inews24 SALUTE

Nell’ultimo mese, infatti, il tasso di ricoveri in terapia intensiva dei vaccinati risulta 13 volte più basso rispetto a quello dei non vaccinati.

L’adozione del Green Pass ha portato milioni di indecisi a scegliere di sottoporsi alla vaccinazione.

L’ultimo report dell’Iss conferma l’efficacia del vaccino anti Covid: “C’è il -96% di rischio ricovero e morte”. La campagna vaccinale in Italia prosegue nonostante il rallentamento nella somministrazione delle prime dosi. (Inews24)

Se ne è parlato anche su altri media

(LaPresse) – “Intendiamo sostenere l’Ufficio del Coordinamento degli affari umanitari, l’Unhcr, la Fao, il Programma alimentare mondiale e il Fondo per la popolazione delle Nazioni Unite e altri partner, comprese le organizzazioni della società civile (LaPresse)

Infine, l’efficacia nel prevenire il decesso è pari all’83,8% per la vaccinazione con ciclo incompleto e pari al 96,3% per la vaccinazione con ciclo completo In calo anche i ricoveri nei reparti ordinari: il totale è di 4.117 persone ricoverate, 47 in meno rispetto al giorno precedente. (Cronache della Campania)

“La maggior parte dei casi notificati negli ultimi 30 giorni in Italia sono stati diagnosticati in persone non vaccinate. Tra l’altro, la maggior parte dei casi notificati negli ultimi 30 giorni in Italia sono stati diagnosticati in persone non vaccinate (Laprovinciadifermo.com)

Nella fascia di età over 80, dove la copertura vaccinale è intorno al 90%, si osserva che il numero di ospedalizzazioni fra vaccinati con ciclo completo è pari a 1.019 e mentre nei non vaccinati è più basso, pari a 638. (picenotime)

Beninteso, siamo sempre nell’ordine di circa 2 decessi per 10 milioni di dosi somministrate, ma il picco appare evidente”. “Allo stesso modo – ha aggiunto Giuseppe Liturri, autore dell’articolo – è da evidenziare anche l’andamento del tasso segnalazione da parte dei cittadini, giunto al 27,3% del totale, mentre decresce il peso dei medici (dal 47% al 39%) e degli altri operatori sanitari (dal 25% al 14%). (Il Sussidiario.net)

A dirlo sono i dati aggiornati all'8 settembre sulla protezione e l'efficacia vaccinale pubblicati nel report esteso dell'Istituto Superiore di Sanità. EFFETTO PARADOSSO. PRECISAZIONI. Il report dell'Iss con i dati aggiornati all'8 settembre 2021. (PerugiaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr