Cerignola, arrestato il presunto killer di Gerardo e Pasquale Davide Cirillo

Cerignola, arrestato il presunto killer di Gerardo e Pasquale Davide Cirillo
Nanopress INTERNO

Arrestato il killer del padre e del figlio uccisi a Cerignola con un colpo di pistola alla nuca.

L’omicidio avvenuto a Cerignola. Nella mattinata di domenica 31 maggio sono stati rinvenuti due cadaveri in un terreno della campagna di Cerignola.

Dunque è stato arrestato il presunto assassino di Gerardo e Pasquale Davide Cirillo, padre e figlio rispettivamente di 58 e 27 anni.

L’arresto è avvenuto oggi 3 agosto nel primo pomeriggio, dunque non si hanno ancora abbastanza informazioni sull’identità del presunto killer e su come si muoveranno gli inquirenti

I corpi appartengono a Gerardo e Pasquale Davide Cirillo, rispettivamente padre e figlio. (Nanopress)

Su altre fonti

È stato arrestato poco fa a Trinitapoli il presunto killer colpevole del duplice omicidio di padre e figlio i cui corpi sono stati ritrovati domenica scorsa nelle campagne di Cerignola.le Forze dell'Ordine, in un'operazione congiunta di Polizia e Carabinieri, hanno fatto irruzione in una abitazione di via del Pozzo a Trinitapoli, portando via l'uomo che avrebbe freddato con un colpo d'arma alla testa Gerardo e Pasquale Davide Cirillo di 58 e 27 anni, buttando i loro corpi in campagna. (CerignolaViva)

Il provvedimento sarà oggetto del vaglio del Gip presso il Tribunale di Foggia nei tempi previsti dalla legge. Un 45enne Trinitapoli, Giuseppe Rendina, il presunto assassino di Gerardo e Davide Pasquale Cirillo, padre e figlio di 58 e 27 anni, trovati morti domenica scorsa in un terreno agricolo vicino a un casolare di Cerignola (Puglia)

Un uomo di 45 anni è stato fermato oggi pomeriggio dai carabinieri e dalla polizia a Trinitapoli. I cadaveri dei due cerignolani sono stati rinvenuti alcuni giorni fa in una zona di campagna (Noi Notizie)

Padre e figlio uccisi a Cerignola, un 45enne arrestato per il duplice omicidio: "Ha ucciso per un debito di 10mila euro"

Al momento gli inquirenti non lasciano trapelare alcun ulteriore particolare investigativo, ma sembrerebbe che alla base dell'efferato duplice omicidio ci sia un debito di 10mila euro non pagato. Rendina è accusato di duplice omicidio e porto abusivo di pistola. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

I corpi sono stati poi avvolti in sacchi di plastica e nascosti sotto un cumulo di tubicini per l’irrigazione Giuseppe Rendina avrebbe giustiziato le due vittime con un colpo di pistola alla nuca. (Calabria 7)

Le due vittime sono state giustiziate con un colpo di pistola alla nuca, i loro corpi avvolti in sacchi di plastica e nascosti sotto un cumulo di tubicini per l'irrigazione. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr