Atletica, Jacobs rinuncia ai 100 al Golden Gala di Firenze: "Non posso rischiare di perdere le Olimpiadi"

Atletica, Jacobs rinuncia ai 100 al Golden Gala di Firenze: Non posso rischiare di perdere le Olimpiadi
la Repubblica SPORT

Reduce dall'infortunio all'adduttore della coscia sinistra, riportato alla vigilia della gara di Rieti dello scorso 22 maggio, l'atleta delle Fiamme Oro ha deciso di non correre rischi sebbene abbia totalmente recuperato dopo la riabilitazione.

"Non potevo far prevalere la pancia, ho deciso assieme alla Fidal". "Il cuore direbbe di prendere la macchina e di partire per Firenze, su questo non ci piove", ha annunciato il primatista italiano dei 100 metri (9.95), campione europeo indoor dei 60. (la Repubblica)

Su altre testate

Nella pedana del disco prima gara dell’anno in Italia per la discobola azzurra Daisy Osakue (Fiamme Gialle), al rientro negli States dove si era espressa già sopra i 61 metri. Impegnata sugli ostacoli anche Linda Olivieri (Fiamme Oro), attesa al via del giro di pista con barriere; la novarese ha vestito la maglia azzurra in Coppa Europa a Chorzow conquistando un ottimo terzo posto con il primato stagionale di 56.17. (Fidal)

Roberta Bruni nel salto con l’asta (deve fronteggiare oro olimpico e mondiale: la greca Katerina Stefanidi e la russa Anzhelika Sidorova) e Leonardo Fabbri e Zane Weir nel getto del peso possono incantare. (OA Sport)

E nel disco, che occasione per Daisy Osakue (Fiamme Gialle): lanciarlo lontano, il più possibile Il mezzofondo azzurro, trascinato da Yeman Crippa (Fiamme Oro), vuole ridurre le distanze dal resto del mondo. (Fidal)

Gimbo e Larissa: “Un salto verso i Giochi”

In una specialità, i 5000, che al Golden Gala ha regalato due record del mondo: Said Aouita il primo a varcare la soglia dei 13 minuti (12:58.39 nel 1987) e poi Moses Kiptanui nel 1995 (12:55.30). (Fidal)

“Sono davvero contento di tornare in Italia - commenta Barshim, che detiene il record del Golden Gala con 2,41 nel 2014 a Roma - e di trovare una gara molto competitiva. Sono contento perché daremo modo anche a Firenze, culla di tanti campioni dell'atletica, di vedere al Ridolfi uno spettacolo straordinario. (LA NAZIONE)

Qui a Firenze per me sarà una nuova partenza, nella stagione più importante della mia carriera. E poi il salto in lungo con Larissa Iapichino, fiorentina doc, in un’altra gara che all’Asics Firenze Marathon Stadium vedrà al via la campionessa del mondo in carica, la tedesca Malaika Mihambo. (Fidal)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr