Due ore di dibattito e il G20 licenzia il documento sulla ricerca - TGR Friuli Venezia Giulia

TGR – Rai INTERNO

Al centro del dibattito lo sviluppo di nuove competenze nel mondo della formazione, in un mondo caratterizzato sempre più dal digitale, dall'intelligenza artificiale e dai dati.

La ministra Maria Cristina Messa, ricerca e università, ha accolto di persona le delegazioni in questo secondo e ultimo giorno di lavori.

Maria Cristina Messa al g20. Per la prima volta nella sua più che ventennale storia il g20 ha avuto una sessione dedicata alla ricerca scientifica, per volontà della presidenza italiana di turno. (TGR – Rai)

Ne parlano anche altre fonti

Per questa ragione, integrando la Dichiarazione con un Allegato di buone pratiche, i ministri della Ricerca dei Paesi del G20 hanno evidenziato l'esigenza di 'incoraggiare il continuo scambio e il rafforzamento della collaborazione e della cooperazione in ricerca e istruzione superiore a livello internazionale'. (Borsa Italiana)

I Ministri della Ricerca dei Paesi del G20 riuniti, per la prima volta, oggi a Trieste in un incontro presieduto dal Ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, al quale hanno preso parte anche organizzazioni internazionali quali l’Ocse e l’Unesco, hanno concluso i lavori adottando una “Dichiarazione congiunta sulla valorizzazione della ricerca, dell’istruzione superiore e della digitalizzazione per una ripresa forte, sostenibile, resiliente e inclusiva”. (PUPIA)

È iniziata a Trieste la riunione dei ministri del G20 sulla digitalizzazione. “La trasformazione digitale deve, infatti, favorire l’innovazione dei processi produttivi e garantire allo stesso tempo la formazione dei lavoratori. (Com.Unica)

Nella 'Dichiarazione congiunta sulla valorizzazione della ricerca, dell'istruzione superiore e della digitalizzazione per una ripresa forte, sostenibile, resiliente e inclusiva' i ministri si sono inoltre impegnati nel 'continuare il lavoro avviato per identificare i principi etici e i valori richiesti per plasmare societa' inclusive, resilienti e sostenibili attraverso iniziative di scienza aperta e di educazione', tenendo in considerazione, tra l'altro, la necessita' di 'proteggere i diritti umani, la dignita', la privacy e i dati personali in tutto il ciclo di vita della progettazione e dell'uso dell'intelligenza artificiale e di tutte le tecnologie digitali nella ricerca, nella gestione dell'educazione, nell'insegnamento e nell'apprendimento'. (Borsa Italiana)

Oltre ai brevetti, i vaccini sono stati pagati cari ma tutto è finito nelle tasche delle multinazionali", spiega la rappresentante USB. "Vogliamo sollecitare e informare i cittadini che la ricerca è in pericolo", così la rappresentante dell'USB di Trieste, riuniti oggi in Piazza della Borsa per contestare la condotta delle multinazionali dei Paesi del G20. (triestecafe.it)

La dichiarazione è in linea con il lavoro dell’Ue per realizzare lo Spazio europeo della ricerca e lo Spazio europeo dell’istruzione, “per attuare il nuovo piano d’azione per l’istruzione digitale e per sfruttare il potenziale di ricerca e innovazione degli istituti di istruzione superiore in Europa” Il commissario Ue per l’innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e la gioventù Mariya Gabriel, che ha partecipato on line all’incontro, ha dichiarato: “Questo processo sfrutterà meglio il pieno potenziale della digitalizzazione nell’istruzione superiore e nella ricerca. (Servizio Informazione Religiosa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr