Dietro all’uscita della Fininvest di Berlusconi da Mediobanca c’è anche la ‘questione francese’ con la Vivendi di Bolloré

Business Insider Italia ECONOMIA

L’operazione rientra in una logica di razionalizzazione e di ribilanciamento del proprio portafoglio di investimenti finanziari” spiega il comunicato.

24/01/2020 Ravenna, Silvio Berlusconi – Nicola Marfisi / AGF. Come si spiega l’uscita di Silvio Berlusconi dall’istituto di Piazzetta Cuccia dopo 14 anni?

La Fininvest della famiglia Berlusconi lascia il “salotto buono” di Mediobanca.

E, nell’ambito dell’intesa, Fininvest entro l’estate dovrà acquistare il 5% del gruppo televisivo in mano a Vivendi per circa 160 milioni

Sempre nel 2008, Marina Berlusconi, figlia di Silvio e presidentessa di Fininvest, era entrata nel consiglio di amministrazione di Mediobanca, dove in un secondo momento aveva ceduto il posto al fratello Pier Silvio. (Business Insider Italia)

Se ne è parlato anche su altri media

La holding della famiglia Berlusconi era entrata nel 2007 a Piazzetta Cuccia. La quota di Fininvest in Mediobanca, ceduta sulla piattaforma di Borsa Italiana, è stata acquistata da un unico operatore finanziario e si tratta di Unicredit. (Calcio e Finanza)

L'imprenditore, coinvolto a New York in una causa per il crac Brooks brothers, ha comprato tramite Unicredit la quota Fininvest. Per il Leone conti positivi, però cresce la tensione in vista del rinnovo del cda ad aprile 2022. (La Verità)

Anche la famiglia Benetton, che detiene il 2% del capitale di Mediobanca, per il momento preferisce mantenere la propria quota. Il fondatore di Luxottica ha infatti acquistato, attraverso Unicredit, il 2% del capitale di Mediobanca ceduto da Fininvest (Milano Finanza)

La holding della famiglia Berlusconi, Fininvest, ha comunicato di avere venduto 17,7 milioni di azioni Mediobanca, pari al 2% del capitale e all’intera partecipazione detenuta. Ma dietro alla vendita delle azioni Mediobanca potrebbe semplicemente celarsi uno scenario molto più asciutto (InvestireOggi.it)

A fine marzo a meno dello 0,6 per cento.Tra i titoli in evidenza Mediaset (+2,4%) e Mediobanca (+1,53%), dopo la decisione di ieri di Fininvest di vendere il proprio 2% in Mediobanca, dopo 14 anni.Tra gli altri titoli, maggiori rialzi per Amplifon (+3,3%) e Cnh Industrial (+2,2%) Questo grazie alla disponibilità a intervenire manifestata dal Fondo di Stabilizzazione Finanziaria di Taiwan. (Rai News)

Ma il capitale si muove, e se si muove quello prima o poi inizierà a muoversi anche altro La Delfin, scrigno che custodisce le partecipazioni del patron di EssiLux, è salita al 15,4% del capitale di Piazzetta Cuccia (il Corriere delle Alpi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr