Ita, Lufthansa vuole il 20%

Milano Finanza ECONOMIA

L'ammontare dell'offerta è superiore al miliardo di euro, con la disponibilità a versare la seconda rata dell'aumento di capitale, 400 milioni di euro che altrimenti dovrebbe versare il Tesoro.

Anche per questo, ha appena annunciato un aumento di capitale per circa 2,3 miliardi di euro ((qui l'articolo con i dettagli dell'operazione)

Al Ministero dell'Economia, attualmente azionista unico della newco, resterebbe così una partecipazione del 20%, che Lufthansa potrà acquistare in un secondo momento. (Milano Finanza)

Ne parlano anche altre testate

Più bassa l’offerta del fondo di private equity a stelle e strisce che metterebbe sul piatto circa 850 milioni, compresi gli investimenti di AirFrance-Klm e Delta. Due le fazioni in campo oltre alla cordata Lufthansa-Msc, anche il fondo Certares, al fianco di Air France-Klm. (LaPresse)

Scaduto il termine per la presentazione delle offerte vincolanti, tocca ora al Mef fare le opportune valutazioni per scegliere il partner giusto. Il governo punta a chiudere la cessione entro fine giugno (Adnkronos)

Ita Airways, arriva la super offerta di Msc-Lufthansa. In ogni caso, chi «metterà le mani» su Ita Airways va sottolineato che avrebbe un ruolo di assoluto predominio in Europa, lo scacchiere più ambito. (Money.it)

Dentro il Mef Alle 17.59, sei ore prima della scadenza, si è chiusa la data room di Ita Airways dove erano stati autorizzati ad accedere Msc-Lufthansa e Certares, mentre è rimasta fuori Indigo Partners, altro fondo statunitense che investe in diverse aviolinee low cost, compresa l’ungherese Wizz Air. (Corriere della Sera)

STRATEGIE Ita Airways, sfida tra Msc-Lufthansa e Certares: ultimi ritocchi alle offerte di Leonard Berberi. Le linee guida Non solo. Il boom di Ryanair e Wizz Air di Leonard Berberi. La tabella di marcia Tutto si deciderà nei confronti dei prossimi giorni (Corriere della Sera)

L’intenzione della compagnia tedesca sarebbe quella di puntare a una partecipazione del 20% lasciando a Msc al 60% del vettore italiano. Nella prima fase della vendita il Tesoro italiano manterrebbe almeno inizialmente il restante 20%, per poi cederlo nel tempo. (Panorama)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr