In Cina scoperto virus influenzale “potenzialmente pandemico” nei maiali

Leggo.it Leggo.it (Salute)

Il timore è che possa mutare ulteriormente in modo da diffondersi facilmente da persona a persona e innescare un focolaio globale.

Essendo nuovo, la popolazione potrebbe non avere sufficienti difese immunitarie.

Se ne è parlato anche su altre testate

Il virus è nei maiali da 5 anni e non ci sono prove che circoli nell’uomo. Il virus è emerso di recente ed è veicolato dai maiali, ma potrebbe infettare l’uomo, dicono i ricercatori. (Pickline)

A scoprire il virus sono stati i ricercatori cinesi che hanno isolato un ceppo abbastanza somigliante all’H1N1, ovvero quello dell’influenza suina. Grande apprensione da parte dei ricercatori. Gli studi sul virus influenzale scoperto in Cina sono stati eseguiti dal professor Kin-Chow Chang e dal suo team. (IlTarantino)

Ultimo elemento da non sottovalutare “è che gli anticorpi H1N1 del virus pandemico del 2009 non riconoscono questo nuovo virus. “La scoperta del nuovo virus è un risultato della sorveglianza che da anni si conduce in diverse parti del mondo, compresa l’Italia – ha dichiarato la diretta interessata –. (Il Sussidiario.net)

(askanews) – Un virus simile a quello dell’influenza H1N1, responsabile dell’epidemia del 2009, è stato scoperto in Cina nei maiali. Secondo i ricercatori cinesi, impegnati in un progetto di sorveglianza dei nuovi virus, sarebbe “potenzialmente pandemico”. (askanews)

Sebbene non sia un problema immediato, secondo il team anglo-cinese questo virus ha "tutte le caratteristiche" per adattarsi e infettare gli esseri umani, ragion per cui necessita di un "attento monitoraggio". (Corriere dell'Umbria)

Si tratta del G4 EA H1N1, un virus che può crescere e moltiplicarsi nelle cellule che rivestono le vie aeree umane. Il nuovo virus, che i ricercatori chiamano G4 EA H1N1, può crescere e moltiplicarsi nelle cellule che rivestono le vie aeree umane. (Quotidianodiragusa.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr