Pazienti Covid, nuovi conteggi e restrizioni

Pazienti Covid, nuovi conteggi e restrizioni
Termoli Online SALUTE

In secondo luogo, è inapplicabile per ragioni organizzative: la gestione di tutti i pazienti SARS-CoV-2 positivi, indipendentemente dalla presenza di sintomi correlati alla COVID-19, richiede personale, procedure e spazi dedicati, oltre alla sanificazione degli ambienti.

La Fondazione GIMBE sottolinea che tale proposta, oltre a sottostimare il reale sovraccarico degli ospedali, aumenta l’impatto organizzativo e il carico di lavoro degli operatori sanitari e presenta numerosi rischi». (Termoli Online)

Su altre testate

Anche il Comitato tecnico scientifico in una riunione tenuta ieri avrebbe avrebbero ribadito la necessità di continuare a conteggiare anche gli asintomatici che entrano in ospedale per altri motivi fra i malati Covid. (L'Adige di Verona)

Vorrei chiudere però con una nota di ottimismo: siamo ormai vicini al picco dei contagi (qualcuno dice che già lo abbiamo già toccato). Altre critiche sono state avanzate sia sulla opportunità di bollettini quotidiani che sulle corrette segnalazioni della cause di morte “da” Covid e non semplicemente “con” Covid. (Sempione News)

15 Gennaio 2022. L’Ordine dei Medici di Oristano condivide e fa propria la posizione del Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini, Filippo Anelli, che ha espresso forte contrarietà alla revisione del metodo di conteggio dei ricoverati Covid. (ORnews)

Circolare del ministero: “Positivi asintomatici non saranno nel conto dei ricoveri”

“Relativamente alle odierne indiscrezioni di stampa si afferma che nessun atto formale è stato disposto al momento da parte del ministero della Salute”. Le richieste delle Regioni sono variegate: si va dalla riduzione della quarantena per i contagiati vaccinati e senza sintomi fino all’esclusione tout court dal conteggio dei casi positivi (Il Fatto Quotidiano)

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella! La proposta di introdurre un nuovo sistema per conteggiare i pazienti Covid in ospedale è “inadeguata e rischiosa per ragioni cliniche e inapplicabile per ragioni organizzative”, “serve solo ad evitare restrizioni. (Livesicilia.it)

Rimane invariata, invece, la definizione di caso Covid: i pazienti ricoverati positivi, a prescindere dai sintomi, «vanno tracciati come casi e comunicati ai sistemi di sorveglianza esistenti». Accogliendo le richieste delle Regioni, il ministero della Salute ha diramato una circolare in cui si escludono i pazienti ricoverati per cause diverse ma positivi al Covid dall'elenco dei ricoveri e quindi dal relativo calcolo dell'occupazione dei posti letto in area medica. (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr