Coronavirus, in Lombardia aumentano i contagi. Fontana: "Sono preoccupato"

La Repubblica La Repubblica (Interno)

"Lunedì abbiamo mandato all'organismo tecnico una richiesta per sapere se le linee guida debbano essere confermate" ma non sono arrivate risposte.

A cinquemila al giorno, considerati i 10 milioni di residenti in Lombardia, ci vorrebbero "quasi tre anni di tempo.

Ne parlano anche altre fonti

Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, ha parlato in conferenza stampa soffermandosi sulla emergenza sanitaria provocata dal Coronavirus. Ecco quanto riportato da rainews.it: "I numeri purtroppo non sono molto belli, il numero dei contagiati è aumentato un po' troppo rispetto alla linea dei giorni scorsi: siamo sui 2.500 nuovi contagi. (AreaNapoli.it)

A cinquemila al giorno, considerato i 10 milioni di lombardi ci vorrebbero "quasi tre anni di tempo", ha sottolineato Fontana. E' di 2.500 persone l'aumento dei contagiati nell'ultima giornata in Lombardia, ha riferito il governatore, spiegando che "non sono ancora state fatte analisi" su quali zone siano più colpite. (Sky Tg24 )

"Anche oggi abbiamo processato un numero maggiore di tamponi rispetto ai giorni precedenti, si assiste ad una riduzione del numero di contagi", dice. "Il problema non è il numero dei tamponi, il problema è il processamento dei tamponi. (Adnkronos)

Gli esperti dicono che la valutazione va fatta nell’ambito di cinque giorni almeno per poter fare una conclusione”, ha aggiunto Fontana. Coronavirus, cambia la strategia sui tamponi. “Noi rispettiamo le regole che ci sono state dettate dall’Iss che con una delibera del proprio comitato tecnico-scientifico del 27 febbraio ci ha detto che noi dovevamo fare i tamponi solamente ai sintomatici”, ha detto Fontana a “Mattino Cinque”. (Virgilio Notizie)

Se ci arriveranno nuove istruzioni ne prenderemo atto e come sempre ci adegueremo" ha detto Fontana. E sulla questione dei tamponi, sulla quale in Lombardia si dibatte da giorno, afferma: "Abbiamo rispettato rigorosamente quello che ci è stato dettato dall'Istituto di sanità del nostro Paese". (TG La7)

Le esequie si sono svolte, in forma privata, ieri pomeriggio al cimitero di Barbianello, poi il feretro è stato sepolto nella cappella di famiglia. È sempre stato un amico, era davvero una brava persona e siamo molto dispiaciuti per la sua scomparsa improvvisa. (La Provincia Pavese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti