"La nostra idea? Alle farmacie tutti gli asintomatici che aspettano di decretare la fine dell’isolamento"

La nostra idea? Alle farmacie tutti gli asintomatici che aspettano di decretare la fine dell’isolamento
il Resto del Carlino INTERNO

Preferiamo che siano loro a occuparsi di tutti i casi asintomatici che aspettano di decretare la fine della quarantena con un tampone

Per creare un piano efficiente abbiamo bisogno di sapere dalle farmacie i numeri esatti e che capacità hanno nell’erogazione del servizio dei tamponi.

Il nostro obiettivo, nella tutela delle farmacie stesse, è quello di far gestire a loro la chiusura della quarantena attraverso i tamponi. (il Resto del Carlino)

Se ne è parlato anche su altri media

Da ieri il tampone di fine quarantena o di controllo della guarigione per i positivi si può fare anche in farmacia. È filato tutto liscio dal punto di vista organizzativo, senza assembramenti e con attese di un’oretta al massimo". (il Resto del Carlino)

«Se qualcuno si è ammalato effettuando dei test, forse, non è stato scrupoloso come avrebbe dovuto», conclude Positivi gli addetti ai tamponi - Di queste tre persone a casa, due sono addette proprio ai tamponi: «Al momento restiamo con una sola addetta operativa ai test. (Ticinonline)

Cambiano le regole per la fine dell’isolamento (da ieri basta un test rapido negativo alla fine della quarantena) e il risultato, prevedibile, sono state le code davanti alle farmacie. Ma sono comunque troppi», racconta Achille Gallina Toschi, presidente di Ferderfarma Bologna. (Corriere della Sera)

Farmacisti in quarantena dopo i test: «Non diamo la colpa ai tamponi»

La Lega, quindi, chiede “immediatamente una revisione di tale scelta e il coinvolgimento nuovamente delle farmacie per i fine isolamento nel rispetto del decreto governativo e all’annuncio della Regione” Addirittura qualche farmacia in modo esemplare aveva da subito cominciato ad effettuare questo servizio, invece è arrivata l’incomprensibile decisione dell’Ausl che blocca tutto lasciando le farmacie sul territorio incredule davanti a questo ennesimo caos gestionale”. (ReggioSera.it)

Richiesta accolta con senso di servizio e responsabilità dai farmacisti, nonostante il carico sulle farmacie sia già molto consistente per la normale attività di screening e il flusso dei ‘tamponi seriali’ di quanti non sono vaccinati. (ModenaToday)

Già oggi una prima scolaresca è stata indirizzata in una delle nostre farmacie per i tamponi, ma le prenotazioni sono già tutte occupate per parecchi giorni. Anche nelle nostre farmacie ci sono persone in quarantena o che si sono contagiate e figli da accudire perché a casa da scuola. (Corriere Romagna)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr