Treni, la telefonata (furiosa) di Speranza a De Micheli: come avete potuto farlo senza neanche avvisarmi

Treni, la telefonata (furiosa) di Speranza a De Micheli: come avete potuto farlo senza neanche avvisarmi
Corriere della Sera Corriere della Sera (Interno)

È anche quello che De Micheli sta cercando di far capire ai suoi interlocutori: «Il governo non ha mai autorizzato il riempimento dei treni come prima del Coronavirus».

Così De Micheli riceve una telefonata del titolare della Salute non propriamente di cortesia: «Ma come avete pensato di fare una cosa del genere senza avvertirmi?», alza la voce Speranza.

Se ne è parlato anche su altre testate

Tenendo anche conto che per i voli da e per l'estero di compagnie straniere non ci sono grandi margini per imporre linee guida italiane. L'autonomia regionale, comunque, non dovrebbe rendere le eventuali nuove linee guida obbligatorie per i governatori. (La Repubblica)

Leggi Anche Autostrade, ministero: “Mercoledì prossimo la firma con Aspi. Che però speravano di arrivare all'inaugurazione del nuovo ponte di Genova con i Benetton già fuori dalla gestione. (Il Fatto Quotidiano)

Questa ipotesi - spiega De Micheli - consentiva un maggior riempimento dell’attuale 50%, che poteva arrivare al 70-75%, con regole di protezione sui passeggeri. Abbiamo valutato in grande armonia che fosse il caso di approfondire ulteriormente", spiega De Micheli, sottolineando che "in realtà il retroscena tra me e Speranza è abbastanza inventato". (Ferrovie.info)

Si tratta dell’ennesimo pasticcio del governo giallorosso e in particolare del ministro dei trasporti Paola De Micheli. Roberto Speranza l’ha impedito. (Nicola Porro)

", avrebbe tuonato Speranza, al quale però la De Micheli avrebbe risposto che nessuno ha agito alle sue spalle, visto che il Dpcm è pubblico. Una bufera che ha spaccato il governo e che ha portato anche alla lite tra Roberto Speranza e Paola De Micheli (ilGiornale.it)

È invece in programma una riunione per definire aspetti tecnici, anche alla luce della complessità del quadro giuridico. “Alla fine credo che le famiglie delle vittime possano toccare con mano quanto equilibrio e rigore abbiamo utilizzato nelle decisioni”. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr