La sonda Juno della NASA si avvicinerà lunedì alla luna di Giove Ganimede

La sonda Juno della NASA si avvicinerà lunedì alla luna di Giove Ganimede
Conca Ternana Oggi SCIENZA E TECNOLOGIA

La sonda spaziale Juno della NASA, che orbita attorno a Giove dal 2016, osserverà da vicino la luna più grande di Giove.

Le informazioni raccolte da Juno forniranno informazioni sulla composizione della luna e del suo guscio di ghiaccio, oltre a fornire dati per future missioni su Giove.

Ora puoi tracciare dove si trova Giunone con la NASA Occhi sul sistema solare interattivo

Tre ore prima che Giunone raggiunga il punto più vicino vicino a Ganimede, i suoi strumenti scientifici inizieranno a raccogliere dati. (Conca Ternana Oggi)

Ne parlano anche altre fonti

Juno è stata lanciata nell’agosto del 2011 e attualmente sta studiando il campo magnetico e l’atmosfera di Giove percorrendo un’orbita che passa sopra i suoi poli. Il Kat, l’altro strumento a partecipazione italiana, permette invece la misura della gravità di Giove attraverso l’effetto Doppler di un segnale a microonde. (LiberoReporter)

Ma lunedì (7 giugno), 13:35 EDT (1735 GMT), NASA Giunone Il veicolo spaziale viaggerà a 645 miglia (1.038 chilometri) sopra la superficie di Ganimede, raccogliendo una grande quantità di osservazioni mentre lo fa. (Buzznews portale di notizie)

Ganimede è enorme con un diametro di 3.270 miglia, il che lo rende più grande del pianeta Mercurio. Una delle sue lune, chiamata Ganimede, è la più grande del sistema solare e lunedì otterrà il suo primo passaggio ravvicinato da una sonda in più di due decenni. (La Tribuna Sammarinese)

Spazio: per sonda Juno oggi 'incontro ravvicinato' con Ganimede (2)

Lunedì prossimo, la sonda spaziale Juno della NASA volerà a distanza 1038 km a partire dal GanimedeIl più grande satellite naturale di Giove. È l’approccio più vicino in quanto un altro apparato, Galileo, Volara 808 chilometri dalla suddetta luna. (Flamina&dintorni)

“Quasi ogni secondo conta”, ha detto Matt Johnson, responsabile della missione Juno presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA. Questa sarà la prossima volta che la NASA otterrà la luna più vicina al sistema solare in più di 20 anni – Galileo navigò attraverso Ganimede Nel 2000 – entro 645 miglia dalla superficie. (Toscana Calcio)

Infine, le fotocamere, tra cui lo spettrometro italiano ad immagini nell'infrarosso Jiram, ci forniranno immagini e spettri ad altissima risoluzione (fino a qualche centinaio di metri) della superficie della luna Il radiometro indagherà sulle proprietà al di sotto della superficie di Ganimede. (Metro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr