Si potrebbe impedire a chi non è vaccinato o guarito di avere il certificato Covid? Sembra una ipotesi in caso di peggioramento

Si potrebbe impedire a chi non è vaccinato o guarito di avere il certificato Covid? Sembra una ipotesi in caso di peggioramento
ticinolibero.ch SALUTE

Infatti secondo la presidente Tanja Stadler agli eventi, nonostante le precauzioni, potrebbero crearsi focolai.

Nel quadro ci si scorda però che anche i vaccinati potrebbero essere positivi (con meno probabilità ma non è esclusa del tutto), ma se sono asintomatici nessuno lo scoprirebbe perchè non vengono mai testati

Potrebbe essere una ipotesi in caso di peggioramento dei contagi, anche se essi, al momento, stanno decisamente diminuendo (in Ticino restano in ospedale per il virus solo cinque persone). (ticinolibero.ch)

Se ne è parlato anche su altri media

In caso di peggioramento della situazione sul fronte pandemico il certificato Covid potrebbe essere limitato alle persone vaccinate o guarite dalla malattia: lo afferma Tanja Stadler, presidente del gruppo di esperti che consiglia il governo federale sul tema. (laRegione)

E "poiché le fasce d'età adulta alle quali viene" tradizionalmente "raccomandata la vaccinazione contro l'influenza stagionale sono anche a rischio di sviluppare Covid grave", per il Sage "la somministrazione contemporanea di un vaccino antinfluenzale inattivato e di qualsiasi vaccino Covid-19 autorizzato dall'Oms per l'uso di emergenza è accettabile e massimizzerà l'assorbimento di entrambi i vaccini". (AvellinoToday)

Reynolds possono avvantaggiare i fumatori adulti. (LaPresse/AP) – La Food and Drug Administration ha autorizzato le prime sigarette elettroniche negli Stati Uniti, affermando che i prodotti per lo svapo Vuse di R. (LaPresse)

Gli oppositori: «Legge Covid-19 discriminante per i non vaccinati»

Martedì 13 e mercoledì 14 ottobre 2021 i Centri Vaccinali dell’Asl di Avellino, oltre a garantire la somministrazione delle seconde e terze dosi secondo calendario, saranno aperti dalle 8.00 alle 14.00 a tutti i cittadini, a partire dai 12 anni, senza prenotazione, per la somministrazione della prima dose di vaccino e per la terza “dose addizionale” per i soggetti trapiantanti e immunicompromessi. (https://www.irpiniatimes.it)

Che, più o meno, riprende le cose scritte nel volantino qui sotto Oltre ogni aspettativa questa mobilitazione contro il green pass, considerando, anche, le provocazioni fasciste di sabato a Roma che avevano spinto qualche sindacato di base a dichiarare che non ci sarebbe stato alcun spazio nelle manifestazioni dell’11 ottobre per i “No vax”. (Come Don Chisciotte)

Mediante questa legge, inoltre, il Consiglio federale avoca a sé sempre maggiore potere a scapito del Parlamento e, in definitiva, del popolo. Gli oppositori alla legge stigmatizzano inoltre l'intenzione del legislatore di voler istituire una «sorveglianza elettronica di massa» su modello cinese. (Bluewin)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr