Coronavirus e vaccino, Sileri: “Per gli immunizzati regole diverse, stop alle limitazioni”

MeteoWeb INTERNO

“O crediamo nel vaccino oppure no: per gli immunizzati le regole dovranno cambiare, certe limitazioni non saranno più necessarie“: è quanto ha affermato, in un’intervista a La Stampa, il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.

Per quanto riguarda le discoteche, ha precisato Sileri, “se abbiamo il Green pass usiamolo anche lì, non vedo quanto rischio ci sia se si balla con tutte persone vaccinate, guarite o tamponate“

Per Sileri “all’aperto dovremmo riuscire a eliminare l’obbligo” della mascherina “per metà luglio, perché avremo raggiunto oltre la metà dei vaccinati con ciclo pieno e le probabilità d’incontrare soggetti non immunizzati saranno sempre più ridotte. (MeteoWeb)

La notizia riportata su altri giornali

POTREBBE INTERESSARTI: Sondaggi Politici, Meloni prepara il sorpasso a Salvini: la nuova distanza. Sileri sui no-vax. Pierpaolo Sileri parla anche dei non vaccinati: “non credo che siano no-vax i non vaccinati nella fascia 60-69 anni. (Ck12 Giornale)

"In itinere se tu incontri tutte persone vaccinate, con prima e seconda dose, non vedo perché debba essere chiesto un tampone o perché - aggiunge Sileri - debba essere tenuta ancora la mascherina. Quanto ai non vaccinati, "non credo che siano no-vax i non vaccinati nella fascia 60-69 anni. (Adnkronos)

La popolazione deve sentirsi protetta grazie alla vaccinazione, lasciamoci il terrore alle spalle e ricominciamo a vivere. Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, si esprime così sull’emergenza covid: aumentano i vaccini, diminuiscono i contagi e calano anche i decessi. (Il Reggino)

Con la metà degli italiani vaccinati contro il covid-19 diremo addio a tamponi e certificati, ne è sicuro il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, secondo il quale con l’avanzamento della campagna vaccinale si tornerà gradualmente alla normalità con l’addio alle mascherine ma soprattutto senza dover chiedere ogni volta tamponi e certificati per partecipare a eventi o per viaggiare e imporre la quarantena in caso di possibile contatto con positivo. (Fanpage.it)

E’ questo, in sintesi, quello che ha chiesto la Procura generale della Cassazione, guidata da Giovanni Salvi, alle Sezioni Unite civili della Suprema Corte, nell’udienza svoltasi nell’Aula magna del ‘Palazzaccio’. (Quotidiano online)

“In presenza del green pass – spiega Sileri – si possono superare questioni come le dimensioni del locale o il ricambio dell’aria“. Sileri: “Per chi fa il vaccino via tutti i divieti”. Insomma, a sentire il sottosegretario alla Salute, tutte le restrizioni e i divieti ancora in vigore presto potrebbero valere soltanto per chi non si vaccina. (Il Primato Nazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr