Vola la campagna vaccinale negli USA: Biden e Pfizer pronti a vaccinare 12 e 15enni

Periodico Italiano ECONOMIA

Inoltre, anche i pediatri potranno inoculare il vaccino, per la maggior sicurezza dei genitori che potranno porre tutte le domande del caso.

La FDA, food and drugs association, si prepara ad autorizzare la vaccinazione per i ragazzi dai 12 ai 15 anni di età, con il siero Pfizer-BioNTech già da settimana prossima.

LEGGI ANCHE => “America is back”: ecco i primi provvedimenti di Joe Biden da presidente degli Stati Uniti

Eppure Biden e il suo segretario ci tengono a precisare che non è assolutamente intenzione dell’amministrazione politica fare pressioni sull’agenzia di salute pubblica: “La FDA, e solo La FDA, prenderà questa decisione”. (Periodico Italiano)

Su altre fonti

Il Cts fa però sapere che questa posizione potrebbe essere rivista in base agli studi attualmente in corso in Europa Un cambiamento che come conferma l’immunologo modenese Andrea Cossarizza non va ad inficiare l’efficacia del vaccino. (Tvqui)

Sullo sfondo di questo squallido mercato combattuto a suon di Euro sulla salute delle persone resta l’incognita sul vaccino russo Sputnik V. L’affare è sicuro e duraturo perché la concorrenza è poca e la durata dell’immunità del vaccino Pfizer, secondo quanto affermato dalla stessa società, è limitato a soli sette o otto mesi, trascorso questo tempo occorre iniettare una nuova dose. (Farodiroma)

Servono più vaccini Pfizer e Moderna” Il bugiardino dei due vaccini mRna prevede, rispettivamente, 21 e 28 giorni di attesa tra le due dosi. (ondanews)

La priorità è dunque "coprire dal rischio il maggior numero possibile di soggetti nel minor tempo possibile". Il bugiardino dei due sieri mRna prevede rispettivamente 21 e 28 giorni di attesa tra le due dosi, tuttavia per coprire nel più breve tempo possibile i non vaccinati. (Tiscali Notizie)

Riccardi informa poi che, a seguito del parere del Comitato tecnico scientifico (Cts) per l'emergenza coronavirus, l'intervallo tra la prima e la seconda dose dei vaccini mRna sarà esteso a 42 giorni rispetto agli attuali 21 (per Pfizer-BioNtech) e 28 giorni (Moderna). (Il Gazzettino)

La prima è che la durata dell’immunità a Covid-19 rimane “al momento sconosciuta”, e poi c’è il rischio “che in futuro emergano nuove varianti resistenti ai vaccini”. L’analisi mostra “i benefici per la salute pubblica” di un programma di vaccinazione nazionale che in Israele è risultato essere “il fattore chiave del declino delle infezioni”. (Cosenza Channel)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr