Pegasus, Snowden: “Con gli spyware nessun telefono sicuro”

Pegasus, Snowden: “Con gli spyware nessun telefono sicuro”
Reportage online ESTERI

I governi intervengano subito per fermare gli spyware altrimenti nel mondo nessun telefono sarà più sicuro.

Leggi anche. Ne parla in un’intervista al Guardian, una delle testate che ha realizzato lo scoop su Pegasus, partendo da una riflessione.

Secondo Snowden, tra i maggiori rischi legati alla diffusione dello spyware vi è quello di una sorveglianza sempre più invasiva da parte delle forze di intelligence o di polizia. (Reportage online)

Su altri giornali

Come scritto in precedenza, Pegasus è uno spyware sviluppato dall’azienda israeliana NSO Group con l’obiettivo dichiarato “di fornire ai governi autorizzati la tecnologia necessaria a combattere il terrorismo e la criminalità”. (DR COMMODORE)

A lanciare l’allarme è Edward Snowden, l’informatico statunitense che ha rivelato al mondo lo scandalo dei programmi di sorveglianza di massa della National security agency (Nsa). Ne parla in un’intervista al Guardian, una delle testate che ha realizzato lo scoop su Pegasus, partendo da una riflessione. (Entilocali-online)

E questo avverrà molto rapidamente". I governi intervengano subito per fermare gli spyware altrimenti nel mondo nessun telefono sarà più sicuro. Ne parla in un'intervista al Guardian, una delle testate che ha realizzato lo scoop su Pegasus, partendo da una riflessione. (Adnkronos)

50 mila numeri di telefono in 50 Paesi. Cos’è Pegasus, il software usato dai governi per spiare politici e giornalisti

Ora la nuova inchiesta internazionale condotta da un gruppo di giornali con dati raccolti da Amnesty International e dal gruppo francese "Forbidden Stories" racconta che almeno 50 persone vicine al presidente del Messico Andrés Manuel López Obrador - tra cui sua moglie, i figli, gli assistenti e il medico - sono all'interno dell'elenco di numeri di telefono potenziali target di spionaggio dai clienti governativi dell'azienda israeliana NSO, proprietaria del software (la Repubblica)

Sulla base di ciò, pertanto, il Washington Post ritiene di poter affermare che il governo ungherese di Orban starebbe sfruttando Pegasus per spiare diversi obiettivi e possibili oppositori Grazie a Pegasus, precisa il quotidiano controllato da Bezos, si potrebbe avere accesso a mail, testi, foto e messaggi estrapolati da app di comunicazione crittografate come WhatsApp e Signal. (il Giornale)

Il consorzio di giornalismo investigativo ha trovato numeri di telefono di 10 Paesi: Azerbaigian, Bahrain, Ungheria, India, Kazakistan, Messico, Marocco, Ruanda, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti Ma ha anche ammesso di non avere dati e informazioni su come venga usato il software concesso in licenza ai suoi clienti. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr