Giustizia per la maestra vittima di Revenge Porn: condannata la direttrice

Giustizia per la maestra vittima di Revenge Porn: condannata la direttrice
Altri dettagli:
CheDonna.it INTERNO

La maestra fu quindi vittima due volte: inizialmente del Revenge Porn messo in atto dal suo ex fidanzato, quindi del giudizio di persone che non la vedevano come una vittima ma come una complice.

Dopo il processo, la maestra ha commentato: “Quel che è fatto è fatto, e il danno non si cancella, ma almeno con questa sentenza è emersa la verità

Assolto invece il terzo imputato del processo, il marito di una delle mamme che avevano fatto partire la gogna contro la maestra. (CheDonna.it)

Su altri giornali

La docente di 52 anni, prestava servizio alla scuola primaria del plesso scolastico di Aquino. Riceviamo e pubblichiamo il messaggio di cordoglio della dirigente scolastica dell’Istituo monrealese Guglielmo II Jolanda Nappi, per la scomparsa della maestra Giovanna Gentile. (Monreale Press)

La poco più che ventenne maestra d’asilo non è riuscita a trattenere l’emozione quando il giudice Modestino Villani ha pronunciato la parola “condanna”. Tutto perché una serie di immagini intime che aveva mandato al fidanzato (ormai ex) erano circolate in una chat. (L'HuffPost)

Condannata anche la madre di un'alunna che inoltrò gli scatti ad alcune amiche e un'ex collega per lo stesso motivo. La preside, difesa dall'avvocato Valentina Zancan, accusata di violenza privata e diffamazione, avrebbe anche e convinto le altre insegnanti a trovare un pretesto per poterla allontanare (Fanpage.it)

Maestra d’asilo licenziata per le foto intime, condannate la preside e una mamma

Il ricordo della maestra Giovanna Gentile. La donna lascia il marito e due figli. Si tratta di Giovanna Gentile, maestra, della scuola di Aquino, che fa parte dell’ICS Guglielmo II. (Diretta Sicilia )

Non più maestra, solo il nulla dietro curriculum spediti invano dopo essere stata costretta a dimettersi. E con lei la mamma di un’alunna, forse un altro lupo, colei che aprì le danze: "Ha visto queste foto?". (QUOTIDIANO.NET)

La sentenza del Tribunale di Torino. Nel 2018 una maestra d’asilo perse il proprio posto di lavoro dopo essere stata vittima di revenge porn . La maestra, quindi, fu spinta a rassegnare le dimissioni durante una riunione burrascosa in cui fu «additata» e «umiliata» per avere fatto «certe cose» (BlogSicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr