Vaccinazioni e test Covid-19, aggiornamento dell'11 giugno

La Gazzetta della Val d'Agri SALUTE

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 10 giugno, sono state effettuate 4.335 vaccinazioni.

Nella stessa giornata sono state registrate 57 guarigioni (55 delle quali relative a residenti in Basilicata).

Il bollettino quotidiano con i dati riassuntivi sarà consultabile dopo le ore 14,00 di oggi collegandosi alla pagina web https://bit.ly/3fLEgGd

Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 688 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 52 (tutti relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. (La Gazzetta della Val d'Agri)

Se ne è parlato anche su altre testate

Nella circolare ministeriale si fa anche riferimento all’adeguamento dei consensi informati, che devono essere aggiornati in base alle nuove direttive. (Nove da Firenze)

«Oggi dovremo porre un quesito: chi è sotto i 60 anni e ha fatto la prima dose Astrazeneca che fa con il richiamo? In modo particolare, dal punto di vista della comunicazione ai cittadini, siamo di fronte a quello che potremmo chiamare un vero e proprio disastro ». (Quotidiano del Sud)

I richiami di AZ under60 programmati tra sabato e domenica sono 3.729 A chi è convocato oggi (sabato 12 giugno) per la prima dose e ha meno di 60 anni le Asl hanno ricevuto indicazione di somministrare, se possono e lo hanno disponibile, un vaccino alternativo ad AstraZeneca. (Provincia Granda)

Noi siamo arrivati ad un livello basso e il livello di incidenza impatta sul rapporto costi-benefici" Una scelta fatta perché in quel momento - con un'incidenza di 400 casi ogni 100mila abitanti - i casi di trombosi erano pari a 1.1 ogni 100mila abitanti mentre il numero delle vittime era di 8 ogni 100mila. (abruzzo24ore.tv)

Restano dunque 18.400 giovani interessati dall’apertura delle agende di prenotazione del vaccino anti Covid. Per queste ragazze e ragazzi le agende si apriranno a partire dal 16 giugno (Reggionline)

Alessio Edoardo: "Obbligatorio fare intervento urgente, del personale sanitario della Questura per tutto il personale vaccinato e una vigilanza medica costante. (TriestePrima)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr