Un documenti Fbi sull'11 settembre: "Nessuna prova di coinvolgimenti sauditi"

Un documenti Fbi sull'11 settembre: Nessuna prova di coinvolgimenti sauditi
Approfondimenti:
AGI - Agenzia Italia ESTERI

Biden era stato sollecitato dalle famiglie delle vittime che hanno a lungo cercato i documenti per portare avanti una causa a New York, sostenendo che alti funzionari sauditi furono complici.

Le 16 pagine sono state declassificate poche ore dopo che Biden partecipasse alle commemorazioni dell'11 settembre a New York, Pennsylvania e Virginia settentrionale.

on ci sono prove di un coinvolgimento diretto del governo dell'Arabia Saudita negli attacchi dell'11 settembre 2001 negli Usa. (AGI - Agenzia Italia)

La notizia riportata su altri media

Il Federal Bureau of Investigation (Fbi) ha diffuso il primo di una serie di documenti relativi alla sua indagine sugli attacchi terroristici dell'11 settembre e al sospetto sostegno del governo saudita ai dirottatori, a seguito di un ordine esecutivo del presidente Joe Biden. (la Repubblica)

Il documento, che risale al 2016, fornisce una serie di dettagli circa le indagini dell’FBI sul presunto supporto logistico che un funzionario consolare saudita e un sospetto agente dell’intelligence saudita a Los Angeles avrebbero fornito ad almeno due degli uomini che hanno dirottato gli aerei l’11 settembre 2001. (Corriere del Ticino)

. – ROMA, 12 SET – Il Federal Bureau of Investigation (Fbi) ha diffuso il primo di una serie di documenti relativi alla sua indagine sugli attacchi terroristici dell’11 settembre e al sospetto sostegno del governo saudita ai dirottatori, a seguito di un ordine esecutivo del presidente Joe Biden. (Libertà)

11 settembre, nuovi documenti dell'FBI declassificati confermano complicità saudita

Al-Bayoumi fingeva di essere uno studente ma secondo un'altra indagine, seguente a questa, era in realtà un agente dell'intelligence di Riad, e dette ai due terroristi aiuto «fornendo traduzioni, finanziamenti, alloggio, e piani di viaggio». (ilmessaggero.it)

A quanto rende noto la Cnn, il dossier risale al 2016 e fa riferimento al presunto supporto logistico che un funzionario consolare saudita e un sospetto agente dell'intelligence saudita a Los Angeles avrebbero fornito ad almeno due degli uomini che hanno dirottato gli aerei l'11 settembre 2001. (L'Unione Sarda.it)

Nei documenti emerge anche il nome di Fahad al-Thumairy, un funzionario del consolato saudita noto per aver fornito supporto logistico ai due dirottatori. Secondo quanto riferito, quei due uomini avevano rapporti con il consolato saudita a Los Angeles». (L'AntiDiplomatico)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr