Razzo cinese in caduta libera verso la Terra: quali sono i rischi

Razzo cinese in caduta libera verso la Terra: quali sono i rischi
Più informazioni:
leggo.it SCIENZA E TECNOLOGIA

Nel 2018 era stata la vecchia stazione spaziale cinese a piroettare verso la Terra tenendo tutti col fiato sospeso.

È una storia che si ripete, visto che nel 2020 il componente analogo dello stesso modello del più grande razzo cinese è andato in pezzi nell'impatto con l'atmosfera e i frammenti sono caduti su alcuni villaggi dell'Africa occidentale.

Lo stanno facendo i ricercatori che nei prossimi giorni continueranno a seguire le orbite percorse dallo stadio principale del razzo cinese Lunga Marcia 5B che il 29 aprile aveva portato in orbita il nucleo della stazione spaziale cinese e che ora sta cadendo in modo incontrollato verso la Terra. (leggo.it)

Ne parlano anche altre testate

Razzo cinese fuori controllo, è in caduta sulla Terra: potrebbe colpire aree abitate; ecco cosa potrebbe accadere nei prossimi giorni. Per restare sempre aggiornato, seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA . (SoloGossip.it)

'Istituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione del Cnr di Pisa sostiene che lo stadio del razzo cinese Lunga Marcia 5B , che il 29 aprile ha portato in orbita il primo modulo della stazione spaziale Tiangong, sarebbe in caduta incontrollata . (Tuttosport)

Il 29 aprile, il razzo cinese Long March 5B ha portato in orbita il primo modulo della stazione spaziale Tiangong. Lo stadio centrale avrebbe dovuto compiere una manovra di deorbita per un rientro controllato, ma invece è anch’esso finito in orbita. (MeteoWeb)

Pezzi di razzo cinesi «fuori controllo» potrebbero ricadere sulla terra

C'è il rischio che - come nel 2020 - frammenti del modulo di circa 30 metri possano cadere in zone abitate. È in caduta incontrollata verso la Terra lo stadio del razzo cinese Changzheng "Lunga Marcia" che il 29 aprile ha portato in orbita il primo modulo della stazione spaziale Tiangong. (Today.it)

Secondo gli esperti alcuni frammenti potrebbero colpire l'Italia centrale e meridionale a metà della prossima settimana. (Sky Tg24 )

Solitamente questo tipo di relitti spaziali si disgregano completamente all'impatto con l'atmosfera terrestre, in questo caso però non è affatto detto che succeda. Il motivo è il peso, 21 tonnellate, più del doppio di quanto solitamente auspicato per dispositivi usa-e-getta di questo tipo, e che potrebbe lasciare intatti frammenti di metallo anche di grandi dimensioni. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr