Cattolica, indagati i vertici della società: faro sulle assemblee della cooperativa

Cattolica, indagati i vertici della società: faro sulle assemblee della cooperativa
La Stampa La Stampa (Economia)

Perquisita la sede: la procura di Verona ipotizza l’illecita influenza per il presidente e due manager.

All’assemblea di venerdì, che ha sancito la fine della forma cooperativa che resisteva da oltre 100 anni, hanno preso parte 2.700 degli oltre 18 mila soci (il 14,5%).

Se ne è parlato anche su altre testate

Secondo l'ANSA durante l'incontro di venerdì 31 luglio la Guardia di Finanza sarebbe intervenuta nella sede di Cattolica Assicurazioni su mandato della Procura di Verona per l'ipotesi di reato di illecita influenza sull'assemblea da parte dei vertici della società. (Daily Verona Network)

Tre persone sono state iscritte sul registro degli indagati. La difesa di Cattolica Assicurazioni. Subito dopo la perquisizione, Cattolica Assicurazione ha pubblicato un comunicato nel quale è stata ribadita “l’assoluta correttezza e regolarità delle operazioni assembleari oggetto dell’indagine. (News Mondo)

Qui dli analisti scrivono che l'approvazione della trasformazione in società per azioni è senza dubbio una notizia positiva. Per queste ultime due riunioni era stato predisposto un rappresentante indipendente, Computershare, per la verifica del voto e delle deleghe. (Milano Finanza)

La vicenda di Cattolica Assicurazioni ha coinvolto direttamente, e non poteva essere altrimenti, anche la Chiesa veronese, essendo Cattolica una realizzazione nata nella stagione dell’intransigentismo cattolico dell’800, quando vigeva il non expedit per l’attività politica, e che aveva orientato l’impegno dei cattolici in diverse realizzazioni di carattere economico e sociale. (Verona In)

Nell’ultima assemblea è stata approvata la fine della forma cooperativa che resisteva da oltre 100 anni e la trasformazione di Cattolica in Spa. Il reato contestato si configura quando la raccolta dei voti e delle deleghe non avviene in modo corretto. (QuiFinanza)

La speranza, a questo punto, dopo aver dato «immediata e piena collaborazione all’autorità investigativa», è in un «pronto chiarimento della posizione». Sulla scorta di questo esposto sarebbero stati avviati degli accertamenti che avrebbero portato all’acquisizione di documenti”. (Startmag Web magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr