Hamilton, stop ai dialoghi con Russell dopo Sakhir 2020

Hamilton, stop ai dialoghi con Russell dopo Sakhir 2020
Più informazioni:
FormulaPassion.it SPORT

Il sette volte campione del mondo, dopo il suo rinnovo con la Mercedes, avrebbe raffreddato bruscamente i rapporti con George Russell verosimilmente dopo l’exploit del giovane britannico nel Gran Premio di Sakhir 2020.

Una voce sempre più insistente, diffusasi negli ultimi giorni fra gli addetti ai lavori, vede ancora una volta al centro Lewis Hamilton.

I grandi piloti percepiscono subito quando arriva qualcuno di nuovo con talento”

A campionato già deciso, Hamilton è stato costretto a saltare il secondo round in Bahrain dopo aver contratto il Coronavirus, con la Mercedes che decise di dare una grande opportunità a Russell pur avendo già pronta la carta Stoffel Vandoorne, suo pilota di riserva. (FormulaPassion.it)

La notizia riportata su altri giornali

La cifra di cui si parla, secondo indiscrezioni che proseguono da settimane, è di 30 milioni di dollari, al cambio 25 milioni di euro. Il cosiddetto Salary Cap potrebbe entrare nel gergo abituale della Formula 1, dopo diverse trattative e ammiccamenti vari soprattutto nel corso dell’ultimo anno. (FormulaPassion.it)

Basti prendere come esempio la Mercedes, che ha rinnovato il contratto di Lewis Hamilton per il 2021 a circa 40 milioni di euro (45 milioni di dollari) e quello di Valtteri Bottas a circa 10 milioni di dollari. (La Gazzetta dello Sport)

Herbert ritiene che la critica e gli appassionati siano ingenerosi nei confronti di Bottas: “Lottare alla distanza con Hamilton è molto difficile. “Corro contro il pilota più forte della storia, almeno secondo i numeri. (FormulaPassion.it)

Hamilton, il debutto che stregò de la Rosa

li organizzatori pensano di stabilire un tetto massimo: 25 milioni di euro da dividere tra i due titolari e le "riserve". La Formula 1 pensa ad inserire un tetto all'ingaggio dei piloti. Dopo aver congelato telai e motori per la riduzione dei costi, la Federazione internazionale e Liberty Media, proprietaria del circus, vorrebbero stabilire un tetto massimo agli stipendi dei piloti. (Sport Mediaset)

Max Verstappen vive nella contraddizione, vive di contraddizioni. Verstappen sa che in Formula 1 non c'è tempo. (Undici)

Per uno della sua esperienza non era certo difficile riconoscere un pilota veloce da uno lento, ma certamente Hamilton gli ha dato una mano, manifestando la sua classe dal giorno 1. Quando Lewis Hamilton è arrivato in Formula 1, Pedro de la Rosa era tornato a tempo pieno collaudatore della McLaren dopo l’esperienza di prima guida nella seconda parte del 2006. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr