Enzo Salvi e il suo pappagallo aggrediti: sassate e calcio alla testa in pieno giorno

Enzo Salvi e il suo pappagallo aggrediti: sassate e calcio alla testa in pieno giorno
Corriere di Viterbo Corriere di Viterbo (Interno)

Ha continuato a bersagliare il pappagallo fino a quando lo ha preso in pieno.

30 giugno 2020 a. a. a. Enzo Salvi e il suo pappagalo Fly vittime di un agguato in pieno giorno.

L'aggressore prima si è accanito sul pappagallo (in fin di vita, il referto parla di "frattura cranica con edema delle strutture soprastanti), quindi su Salvi.

Su altre testate

Enzo Salvi, vice presidente dell'associazione "Passione pappagalli free flight" porta il suo pappagallo Fly ogni giorno a volare in libertà. Enzo Salvi ha portato il suo pappagallo Ara ararauna a volare libero a Ostia Antica, quando il volatile è stato colpito improvvisamente alla testa da una sassata. (Roma Fanpage.it)

Lo straniero prima si è accanito sull’Ara Ararauna, riducendolo in fin di vita (il referto parla di “frattura cranica con edema delle strutture soprastanti”, saranno decisive le prossime ore), quindi ha colpito Salvi con calci alla nuca. (Imola Oggi)

"Pensavo avesse ucciso Fly - ha raccontato Enzo Salvi che è anche presidente dell’Associazione Passione Pappagalli Freeflight - povero, stava su un palo a sette metri di altezza, attorno non c’è niente. (Il Fatto Quotidiano)

Avrei voluto fare una diretta per ringraziare tutti ma sono troppo scosso per l'accaduto e non riesco a trattenere le lacrime". Un lunedì da dimenticare per Enzo Salvi, aggredito a Ostia Antica, in un terreno dove stava facendo volare il suo pappagallo addestrato, come spesso accade. (Today.it)

L'aggressore ha poi preso a calci e pugni l'attore comico. Paura per l’attore Enzo Salvi. Il gesto ha infastidito l’aggressore di Fly, che ha attaccato anche Enzo Salvi e l’accompagnatore, con calci e pugni, prima di fuggire. (Virgilio Notizie)

Nonostante le ripetute denunce e l’attenzione dei mezzi di informazione, gli appelli degli inquilini della palazzina popolare ‘F1’ di via Dameta 26 sono rimasti inascoltati. Intanto, da oltre due anni, l’ascensore di via Dameta 26 è fermo. (RomaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr