Tpl a Fiumicino: parola ai giovani

Il Faro online INTERNO

Fiumicino – “Vogliamo ascoltare dai diretti interessati criticità e proposte relativamente all’organizzazione del Trasporto Pubblico Locale.

Per partecipare alla riunione gli interessati dovranno inviare, entro il 19 ottobre, un’e-mail a [email protected], indicando i propri dati anagrafici.

Lo annuncia, in una nota, l’Assessore ai Trasporti del Comune di Fiumicino, Paolo Calicchio. (Il Faro online)

Ne parlano anche altre fonti

Perché, spiegano da fonti sindacali, qualora lo sciopero venisse dichiarato illegittimo, l’assenza dal lavoro potrebbe dar luogo a provvedimenti disciplinari Il comitato di garanzia ha invitato la Fisi a ritirare la proclamazione dello sciopero, ma inutilmente. (La Nazione)

Per far fronte a possibili disagi derivanti dall’assenza del personale sono state pianificate tutte le misure possibili, tra cui ad esempio la sospensione temporanea delle ferie e la ricognizione del personale munito di Green Pass ed abilitato alla guida che al momento è adibito ad altre funzioni. (ModenaToday)

“Insieme alle Prefetture e agli Enti locali – spiega l’assessore ai trasporti Stefano Baccelli -, abbiamo raccomandato alle aziende di effettuare una programmazione atta a garantire il servizio prioritariamente nelle fasce di utilizzo da parte degli studenti e pendolari, segnalando la necessità di proseguire, nei prossimi giorni, il monitoraggio del possesso della certificazione verde, in modo che i dipendenti forniscano le informazioni richieste con il preavviso necessario al fine di soddisfare le predette esigenze organizzative” "In vista dell’entrata in vigore dell’obbligo dell’esibizione del green pass prevista per domani (15 ottobre) la Regione stamani ha organizzato un incontro con le Prefetture, la Città metropolitana, le Province e le aziende titolari della gestione del trasporto pubblico locale su gomma e ferro, One scarl, Trenitalia spa, TFT e Toremar. (FirenzeToday)

Obbligo Green pass, possibili disservizi nel trasporto pubblico locale. La Regione ha convocato Prefetture, Città metropolitana, Province e aziende titolari gestione Tpl: "Abbiamo raccomandato alle aziende di garantire il servizio prioritariamente nelle fasce di utilizzo da parte degli studenti e pendolari". (QuiLivorno.it)

Alla richiesta dell’Assessore regionale ai Trasporti rispetto alle corse che domani potrebbero essere soppresse per mancanza di autisti muniti di green pass le aziende hanno infatti risposto segnalando, laddove possibile, quali siano le loro previsioni di disservizio. (Prima Biella)

Il numero di 15 dipendenti su un totale di circa 400 può sembrare esiguo, ma purtroppo si tratta di autisti, con un effetto pesante sull’attività e la complessiva circolazione ordinaria dei bus. (Primocanale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr